A BOLOGNA LA 60 ESIMA EDIZIONE DEL SIMPOSIO INTERNAZIONALE “ADVANCES IN BIOLOGICAL REGULATION”

0
92

Si parlerà di malattie genetiche e degenerative e delle loro terapie alla 60esima edizione del simposio internazionale “Advances in Biological Regulation”, che si terrà a Bologna nei giorni 30 settembre e 1 ottobre. Il congresso, promosso dal Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie dell’Alma Mater, vedrà la partecipazione di ricercatori provenienti da Regno Unito, Francia, Corea del Sud, Giappone, Australia, Spagna, Belgio, Italia e soprattutto Stati Uniti d’America. I relatori presenteranno i più recenti studi sia a livello molecolare che clinico su linfomi e leucemie, tumori del sistema nervoso, diabete, Alzheimer, e patologie infiammatorie. Al contempo saranno illustrati i più efficaci metodi di cura che la scienza medica ha elaborato e che hanno portato ad una riduzione di queste gravi malattie.

Le ricerche presentate in occasione di questo simposio, saranno raccolte nel 75esimo volume della serie “Advances in Biological Regulation”, pubblicato da Elsevier, uno dei maggiori editori mondiale in ambito medico e scientifico, ripetendo una tradizione che si perpetua dal 1961. Quell’anno, infatti, un gruppo di medici e scienziati della Facoltà di Medicina dell’Indiana University, assieme al Premio Nobel Sir Hans Krebs, promosse il primo di questi convegni, per esporre e confrontare i risultati scientifici ottenuti. Da questi incontri prese il via una collana di volumi che rappresenta la più “longeva” serie mondiale di libri biomedici pubblicata annualmente senza alcuna interruzione.

Nel 2005 il fondatore della serie di Simposi Prof. George Weber e Elsevier Publ. hanno affidato al Prof. Cocco, per i suoi meriti scientifici, l’organizzazione dei Simposi che dalla storica sede di Indianapolis sono stati accolti a Bologna, con il Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie come punto di riferimento. Tra i relatori che si sono succeduti negli anni figurano numerosi Premi Nobel o ricercatori che hanno comunque ottenuto la nomination per il Premio Nobel, tra i quali Peter Agre, Sir Tim Hunt e Tomas Lindahl unitamente a prestigiosi scienziati della National Academy of Science statunitense e della Royal Society britannica.

Quest’anno, a tenere la lettura magistrale, sarà il Prof. Sir Philip Cohen della University of Dundee, Scotland, UK, Direttore della Divisione di Trasduzione del segnale e Terapia, Medaglia d’oro della Regina, membro della Royal Academy, UK e della National Academy of Sciences of United States. È il terzo autore più citato al mondo e padre della regolazione della fosforilazione proteica in condizioni normali e patologiche.