Al LaboratOrio di San Filippo Neri: BANDA OSIRIS in “IL NON COMPLEANNO DI ROSSINI”

0
144

Venerdì 1 marzo alle ore 20,30 al LaboratOrio di San Filippo Neri, la Banda Osiris va in scena con il concerto “Il non compleanno di Rossini”.

Si chiudono ufficialmente le celebrazioni per il centocinquantesimo anniversario della morte di Gioachino Rossini che ha visto svolgersi in Italia e all’estero una nutrita serie di manifestazioni promosse dall’apposito comitato ministeriale. Rossini, essendo nato il 29 febbraio 1792, si ritrovava a festeggiare il compleanno una volta ogni quattro anni: ecco perché il primo Marzo del 2019, anno non bisestile come il 2018, è di fatto un non-compleanno. La società Mismaonda, che gestisce la programmazione del LabOratorio e che già ha organizzato lo scorso giugno (per il cartellone degli eventi estivi del Comune) la rappresentazione del ‘Barbiere di Siviglia’ a bordo di un camion in una piazza del quartiere Borgo Panigale, ha deciso di porre il sigillo alla ricorrenza con un evento colto e scherzoso allo stesso tempo. E chi meglio della Banda Osiris, la storica formazione di musicisti votata a dissacrare con virtuosistica abilità partiture più o meno intoccabili, poteva prestarsi a questo gioco? Ovvero a ricordare, con ‘filologica’ allegria, il grande Rossini?

Lo stile del gruppo è miracolosamente sempre quello, da trent’anni a oggi: una calibratissima, perfetta mescolanza ironica tra tecnica e improvvisazione dove i generi si confondono, s’incastrano, si evolvono l’uno nell’altro: dalla musica classica a quella pop, dal jazz alle sorprese musicali. La musica suonata è una continua deriva, un continuo slittamento tra fantasia e creatività. Grovigli di note generano continue esplosioni di significati e aperture di senso, libere associazioni collegano il più sconosciuto compositore alla sublimità di un evergreen, rivoltandolo subitaneamente in un sorprendente sberleffo tipico della tradizione popolare.

Anche gli strumenti musicali oltre a svolger diligentemente il loro ruolo, diventano oggetti di scena, divengono voce caustica e dissacratoria, corrosiva della massificazione, trombe e fiati diventano la voce anarchica e ribelle della creatività contro una società che vorrebbe la musica sempre più ingabbiata in una lenta e inesorabile omologazione. Così la musica esplode in qualcosa d’altro, un corto circuito impossibile da mettere su di uno spartito, negando anche la più flessibile catalogazione.

La Banda Osiris è un gruppo musicale fondato a Vercelli nel 1980 dai fratelli Gianluigi e Roberto Carlone, da Giancarlo Macrì e Mario Sgotto, che sarà poi sostituito da Sandro Berti. Il nome vuole rendere omaggio alla diva della rivista Wanda Osiris. Il gruppo è famoso, oltre che per la partecipazione ai programmi di Raitre ‘Parla con me’ e di Raiuno ‘Pista!’, anche per i numerosi spettacoli teatrali e per aver composto le sigle delle trasmissioni radiofoniche ‘Caterpillar’ e ‘Catersport’. Nell’ottobre 2006 è uscito il loro cd ‘Banda 25’ a cui hanno partecipato tra gli altri Fiorello, Petra Magoni, Stefano Bollani, Frankie Hi-NRG MC.