Al MAMbo “Pensatevi liberi. Bologna Rock 1979” e altri eventi fino al 16 maggio

0
197

Sabato 11 maggio alle ore 16 “Il sabato dei nidi. Una gonna di gomma” Laboratorio per bambini da 2 a 3 anni con un accompagnatore adulto.
Che cosa ci fa una ragazza bionda  vestita di gomma e pneumatici alla stazione del treno di Bologna? E dove vuole andare con quell’abito così ingombrante?
Prendendo spunto dall’opera “Daniela ha perso il treno” di Sissi, i bambini si immergeranno in un’avventura alla scoperta dei materiali più originali e insoliti dell’arte contemporanea. In laboratorio poi, ognuno realizzerà la propria “palette delle feste” fatta di stoffe. carte e plastiche multicolori.
Prenotazione obbligatoria allo 051 6496627 (mercoledì dalle 10 alle 17 e giovedì dalle 13 alle 17) oppure mamboedu@comune.bologna.it.
Ingresso: € 5,00 a partecipante + ingresso gratuito per 1 accompagnatore adulto
Info: www.mambo-bologna.org

Domenica 12 maggio ore 16 “Mika Rottenberg” Visita guidata alla mostra a cura del Dipartimento educativo MAMbo.
Prenotazione obbligatoria allo 051 6496627 (mercoledì dalle 10 alle 17 e giovedì dalle 13 alle 17) oppure mamboedu@comune.bologna.it.
Ingresso € 4,00 + biglietto mostra (€ 6,00 intero / € 4,00 ridotto). Per i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna € 3,00 per la visita guidata + € 3,00 per l’ingresso in mostra
Info: www.mambo-bologna.org

Giovedì 16 maggio alle ore 19.30 “Pensatevi liberi. Bologna Rock 1979”
Inaugurazione della mostra a cura di Oderso Rubini coadiuvato da Anna Persiani.
“Bologna Rock” (2 aprile 1979) è stato l’evento capace di radunare più di 6.000 persone al Palasport per l’esibizione di 10 gruppi musicali, sconosciuti o quasi.
La mostra si propone come una rilettura storica, una riappropriazione antropologica capace di evidenziare quegli elementi caratterizzanti che hanno contribuito alla nascita e alla crescita di quella stagione, che ha visto Bologna tra le protagoniste nella storia della cultura italiana.
Ingresso all’inaugurazione: gratuito
Info: www.mambo-bologna.org

Alle ore 18.30:  “La valle dell’Eden. Lettura a puntate del romanzo di John Steinbeck”
In attesa di vedere nell’autunno 2019 la versione teatrale della Valle dell’Eden diretta da Antonio Latella, ERT Fondazione, grazie alla collaborazione dell’Istituzione Biblioteche di Bologna, del MAMbo e della Cineteca di Bologna, propone in sedici puntate la lettura integrale del romanzo. Con gli attori dello spettacolo, un viaggio nell’America fra Otto e Novecento, da gennaio a novembre nelle sedi delle quattro istituzioni culturali della città.
Il 16 maggio  in sala conferenze MAMbo legge Annibale Pavone.
John Steinbeck ha stregato narratori, musicisti, artisti e cineasti per generazioni: dai suoi molti romanzi e racconti sull’America sono nate altre opere, tra cui film memorabili per la mano sapiente di Alfred Hitchcock, Elia Kazan e con i volti magnetici di Henry Fonda, James Dean, Marlon Brando. La sua scrittura ha saputo tramutarsi in altre voci, in altri sguardi, continuando a esercitare il potente influsso di un’epica individuale e collettiva.
Ingresso: gratuito fino ad esaurimento posti
Info: www.mambo-bologna.org

MOSTRE IN CORSO

“Mika Rottenberg”, fino al 19 maggio 2019
Il MAMbo è lieto di presentare la prima personale in un’istituzione italiana di Mika Rottenberg, a cura di Lorenzo Balbi.
L’artista di origine argentina, cresciuta in Israele e oggi di base a New York, tra le principali protagoniste della scena contemporanea mondiale, si appropria degli imponenti volumi della Sala delle Ciminiere e del foyer del museo per animare undici delle sue più recenti produzioni – oggetti scultorei e installazioni video – celebri per il loro registro narrativo sarcastico e bizzarro.
Rottenberg utilizza i diversi linguaggi del film, dell’installazione architettonica e della scultura per esplorare le idee di classe, lavoro, genere e valore attraverso immaginifici dispositivi visivi che illuminano le connessioni e i processi nascosti dietro economie globali apparentemente non correlate fra loro.
Intrecciando elementi di finzione con dati documentali, in racconti in cui geografie e narrative collassano in non-sense surreali, l’artista crea complesse allegorie sul sistema capitalistico che regola le condizioni umane e i processi di produzione massiva delle merci.
La sua ricerca mette in evidenza temi come le disuguaglianze causate dall’attuale modello economico dominante e la fragilità del corpo umano, utilizzando la lente dell’umorismo, dell’assurdo e della confusione.
Con un approccio fondamentalmente scultoreo, l’artista inizia spesso un progetto cercando in prevalenza interpreti femminili note per le loro caratteristiche fisiche insolite, come le bodybuilder, quindi costruisce set elaborati come “costumi” per gli artisti, che a loro volta diventano il teatro in cui il pubblico vive il video.
Info: www.mambo-bologna.org

Sono aperte le iscrizioni per “Estate al museo. I campi estivi dell’Istituzione Bologna Musei”
L’edizione 2019, rivolta ai bambini e alle bambine da 5 a 11 anni, avrà come sede la cornice verde di Villa delle Rose.
Dal 10 giugno al 13 settembre, le tredici settimane saranno dedicate al tema delle grandi esplorazioni: natura, arte, viaggi terrestri e spaziali, civiltà e culture lontane.
Ogni settimana prevede uscite per attività in musei e luoghi cittadini di interesse storico e culturale.
Info e iscrizioni:
Dipartimento educativo MAMbo: tel. 051 6496628 (orari di segreteria: lunedì e venerdì, dalle 9 alle 13; mercoledì, dalle 13 alle 17) oppure mamboedu@comune.bologna.it.