Al MAMbo presentazione volume ren.con.tre – tracce libere di un seminario in occasione di OPENTOUR 2019

0
242

Presentazione volume ren.con.tre – tracce libere di un seminario
in occasione di OPENTOUR 2019, promosso da Accademia di Belle Arti di Bologna. Sala conferenze MAMbo – mercoledì 19 giugno 2019 h 17.00

Da sempre incentrato su una lettura trasversale dell’arte italiana, ren.con.tre, progetto dell’Accademia di Belle Arti di Bologna in collaborazione con MAMbo, nasce con l’intento di ospitare all’interno dell’Accademia incontri con artisti italiani di livello internazionale. Dieci anni dopo l’avvio del progetto esce per Corraini Edizioni il volume omonimo a cura di Lelio Aiello, che si configura come un’ulteriore esperienza utile alla formazione dell’artista “in divenire”. Nel libro sono presentati, in ordine alfabetico, gli artisti intervenuti al seminario. Oltre all’ampio spazio dedicato alle immagini delle loro opere a ognuno è stato chiesto di scrivere un testo sui temi dell’insegnamento e della formazione o sui processi operativi che accompagnano la realizzazione di un’opera. Com paiono nel libro: Mario Airò, Alis / Filliol, Stefano Arienti, Bianco-Valente, Gianni Caravaggio, David Casini, Loris Cecchini, Cuoghi-Corsello, Emilio Fantin, Flavio Favelli, Alberto Garutti, Paolo Icaro, Christiane Löhr, Marcello Maloberti, Eva Marisaldi, Sabrina Mezzaqui, Margherita Morgantin, Liliana Moro, Marco Neri, Giancarlo Norese, Pantani-Surace, Cesare Pietroiusti, Luigi Presicce, Bert Theis, Patrick Tuttofuoco, Franco Vaccari, Nico Vascellari, vedovamazzei, Luca Vitone, ZAPRUDER filmmakersgroup, Italo Zuffi. Testi introdittivi di: Lelio Aiello, Enrico Fornaroli, Lorenzo Balbi, Carmen Lorenzetti, Guido Molinari, Leonardo Regano, Maura Pozzati, Caterina Sinigaglia e Marco Senaldi.
Intervengono alla presentazione: Lorenzo Balbi (direttore artistico MAMbo), Enrico Fornaroli (direttore Accademia di Belle Arti di Bologna), Marzia Corraini (editore), Lelio Aiello (curatore del progetto), Franco Vaccari (artista), Cuoghi Corsello (artisti), Guido Molinari (critico), Leonardo Regano (critico).
Ingresso libero.