Al MAMbo Stefano W. Pasquini “As if there was nothing to say”

0
170

Nella serata di venerdì 8 novembre (ore 17,30-18,30) il MAMbo ospita una presentazione triplo-performativa, intitolata As if there was nothing to say (Come se non ci fosse nulla da dire), di Untitled Book, volume retrospettivo su Stefano W. Pasquini, appena pubblicato da Diogene Multimedia. Gli interventi del direttore artistico del museo Lorenzo Balbi, che aprirà l’evento, e dell’artista, che lo chiuderà, saranno inframmezzati da quelli del filosofo Mario Trombino, direttore della casa editrice, che con Roberta Pazi e Marina Degano metterà in scena, in chiave teatrale, un dialogo filosofico, di sua libera interpretazione, sull’idea di arte orizzontale praticata dall’artista bolognese e sulle metodologie di pensiero che ne accompagnano da sempre l’inter a opera. L’azione performativa sarà completata da due interventi con Diana Nicotri e Zhao Zhenzhi, curati per l’occasione dall’artista stesso.
Stefano W. Pasquini, artista, curatore e scrittore, ha esposto alla National Portrait Gallery e all’ICA di Londra, all’Art in General e al Newhouse Center for Contemporary Art di New York e alla Casco di Utrecht; è stato curato da Renato Barilli, Edward Winkleman e Fabio Cavalucci; ha scritto d’arte su New York Arts, su Collezioni Edge e altre riviste internazionali; insegna all’Accademia Albertina di Torino e alla Fondazione Modena Arti Visive, conduce Coxo Spaziale su Radio Città Fujiko di Bologna, ed è stato curatore dello Studio Cloud 4 di Bologna.
Ingresso libero.