“Alessandro Guardassoni (1819-1888). Un pittore bolognese tra Romanticismo e devozione”

0
41
"Autoritratto tra il Cavalletto e la Macchina Fotografica". La poliedricità creativa del pittore Alessandro Guardassoni si estrinseca anche con nuove tecniche pittoriche. In particolare, l'artista bolognese si dedicò allo studio della tecnica fotografica applicata alla pittura (la stereoscopia), con l’obiettivo di riprodurre le immagini nella loro volumetria e dipingere lo spazio, il movimento. Tecnica: Olio su Tela. Bologna, Istituto Gualandi

Giovedì 17 ottobre alle ore 17,00 alle Collezioni Comunali d’Arte, Palazzo d’Accursio – Piazza Maggiore 6, nell’ambito di Istituzione Bologna Musei Open Day:
“Alessandro Guardassoni (1819-1888). Un pittore bolognese tra Romanticismo e devozione” Visita guidata alla mostra a cura di Paolo Cova, RTI Senza Titolo S.r.l., ASTER S.r.l. e Tecnoscienza.
Ingresso: biglietto museo (€ 6,00 intero / € 3,00 ridotto)
Info: www.museibologna.it/arteantica