CATALANO E VERGASSOLA AL CORTILE DI PALAZZO D’ACCURSIO

0
84

Secondo appuntamento mercoledì 24 luglio con Non è mai troppo tardi, la rassegna di tre appuntamenti al Cortile Guido Fanti di Palazzo d’Accursio per altrettante interviste irriverenti condotte da Dario Vergassola.

Dopo il successo del 10 luglio, con l’attrice Lella Costa, sarà la volta del poeta Guido Catalano che racconterà come è riuscito a diffondere i suoi versi anche nei bar.
Divenuto noto grazie alle sue interviste irriverenti, Dario Vergassola è sempre riuscito a farsi raccontare tutto, nonostante toccasse spesso argomenti che l’intervistato di turno avrebbe volentieri evitato.
Le sue domande improbabili sono ormai parte della memoria collettiva di tutti, come esempio di una comicità che riesce a svelare i personaggi con ironia mettendone in luce tutta la loro complessità.
Anche questa volta Vergassola vestirà i panni dell’intervistatore sui generis. Sarà un sarcastico discolo, un ripetente che ponendo quesiti impertinenti prenderà ripetizioni da docenti d’eccezione che racconteranno le loro storie e le materie di cui sono esperti.
Un’occasione per i cittadini per scoprire i segreti di mestieri non comuni, ma anche per imparare, insieme all’indisciplinato Vergassola, come la creatività può prendere nuove forme e trasformare il nostro modo di comunicare.

È questo il format della rassegna Non è mai troppo tardi, promossa dalla Fondazione per l’Innovazione Urbana e a cura di MISMAONDA in collaborazione con il Teatro dell’Argine.
Il programma fa parte di Bologna Estate 2019, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Destinazione Turistica.
Ospite dell’incontro del 24 luglio sarà Guido Catalano, che è riuscito a riportare in auge la poesia tra i giovani.
Le su raccolte Ti Amo Ma Posso Spiegarti e Piuttosto Che Morire M’Ammazzo vendono oltre 30.000 copie.
La lobby dei poeti lo accusa di essere un cabarettista, la lobby dei cabarettisti di essere un poeta: nonostante tutto Catalano rimane vittima di un passaparola irresistibile e i suoi versi iniziano a diffondersi sui social, nei bar delle periferie, nei circoli Arci, nelle librerie, sui palchi dei centri sociali, nei festival letterari e anche in quelli musicali. Conquista anche i palchi dei teatri e dei live club più importanti d’Italia registrando diversi sold out.
Nel febbraio 2016 pubblica per Rizzoli, il primo romanzo dell’ultimo dei poeti, D’Amore Si Muore Ma Io No.
A novembre 2016 arriva sugli schermi del 34° Torino Film Festival con la pellicola Sono Guido E Non Guido, un mockumentary, firmato da Alessandro Maria Buonomo per Elianto Film e Fargo Film, che lo vede protagonista assieme al suo alter ego Armando Catalano.
Il 2017 è l’anno del nuovo libro di poesie dal titolo Ogni Volta Che Mi Baci Muore Un
Nazista, edito da Rizzoli, e di Ogni Volta Che Mi Baci Muore Un Nazista Live Tour che lo vede sui palchi più importanti d’Italia, fra moltissimi baci e altrettanti sold out.
A febbraio 2019 è uscito per Rizzoli il suo ultimo libro Tu che non sei romantica, attualmente è in giro per l’Italia con Tu che non sei romantica Live Tour.

La rassegna si chiuderà con la scrittrice e giornalista Claudia De Lillo alias Elasti , autrice del blog www.nonsolomamma.com., il 7 settembre.

La rassegna di dialoghi si tiene nella cornice del Cortile Guido Fanti di Palazzo d’Accursio, sempre più un gradevole luogo di sosta per cittadini e turisti, un piccolo salotto, nel cuore della città, allestito per la prima volta da Fondazione per l’Innovazione Urbana per offrire ai cittadini, nel corso di tutta l’estate, incontri dedicati alle trasformazioni e alle sfide della contemporaneità con studiosi di fama internazionale, ma anche dialoghi fra artisti e laboratori.