DA PARIGI A BOLOGNA IN VIAGGIO CON LISZT E ROSSINI Una mostra con diversi eventi presso la biblioteca di San Giorgio in Poggiale per celebrare i due compositori

0
164

È il 1837 quando Franz Liszt e la sua compagna Marie d’Agoult arrivano in
Italia, sedotti dalla consuetudine romantica del voyage en Italie di consolidata tradizione. Un viaggio che li
porta nel corso del 1838, dopo la nascita a Como della seconda figlia Cosima (futura compagna di Richard
Wagner) a spostarsi tra varie città: Milano, Venezia, Genova, Roma e Bologna, dove Listz ritrova Gioachino
Rossini, già frequentato a Vienna, a Parigi e nei salotti milanesi, luogo d’incontro di alta borghesia e nobiltà,
di letterati, artisti e politici. A Milano troviamo da una parte il Maestro Rossini, circondato da giovani
dilettanti “che si fanno onore di essere ammessi al suo cospetto”, dall’altra l’inquieto Liszt, incarnazione
perfetta del pellegrino romantico di byroniana memoria, sedotto dall’arte e dalla cultura italiana, che
accosterà Rossini a Tiziano riconoscendo in essi “due astri dai raggi simili”. Ma è proprio a Bologna che essi
condivideranno due brevi ma intensi soggiorni.
Ai due grandi compositori e alle rotte dei loro percorsi che si intrecciano all’ombra delle due Torri è
dedicata la mostra e la rassegna di incontri e concerti Da Parigi a Bologna, in viaggio con Liszt e Rossini,
dal 12 dicembre 2018 al 31 gennaio 2019 alla Biblioteca d’Arte di San Giorgio in Poggiale (via Nazario
Sauro, 20/2). La mostra è stata promossa dalla Fondazione Istituto Liszt di Bologna e nasce grazie alla
collaborazione con Genus Bononiae-Musei nella Città.
Il percorso espositivo mostrerà documenti d’archivio, provenienti dalla Fondazione Istituto Liszt e da San
Giorgio in Poggiale, come le due lettere autografe di Listz e Rossini, e 25 pannelli che raccontano i viaggi di
Liszt che, giovanissimo, parte da Vienna, passando per Parigi fino al suo arrivo in Italia: il focus della mostra
sarà incentrato sul soggiorno bolognese del 1838 e sul rapporto di amicizia con Rossini, del quale
quest’anno si celebra il 150° anniversario della scomparsa.
Previsti diversi eventi culturali dove musica, arte e cultura si intrecciano: sabato 15 dicembre si aprirà con
Liszt e Rossini, un’amicizia imprevedibile?; domenica 23 dicembre l’incontro a San Giorgio in Poggiale con
Liszt a Bologna: Santa Cecilia e la musica, l’opera bolognese che più impressionò il musicista tanto da farlo
sentire, come scrisse nelle sue lettere, intimamente in contatto con la tela di Raffaello; mercoledì 16 e 23
gennaio appuntamento con Viaggiare in San Giorgio in Poggiale con Liszt e Rossini: storia, archivi, arte
discorsi sulla ricchezza archivistica, libraria e artistica di San Giorgio; sabato 26 gennaio verranno indagate
le donne intellettuali della storia ottocentesca nel racconto Donne, intellettuali, artiste: viaggio tra le
protagoniste della storia, dell’arte e della politica tra Parigi e Bologna, con un approfondimento su Marie
d’Agoult, la compagna di Liszt che lo segue nel viaggio italiano, che sarà protagonista dell’incontro del 29
dicembre.
Nell’ambito della mostra si svolgeranno concerti e conferenze su pianoforti storici: 16 dicembre 2018
presso Fondazione Istituto Liszt (via Augusto Righi, 30) con Alessandro Comellato sullo Steinway 1860 della
Fondazione; 19 e 27 gennaio 2019 presso San Colombano/Collezione Tagliavini con Costantino Catena e
con Paola e Carlo Mazzoli.
La rassegna si concluderà giovedì 31 gennaio con il l’incontro-concerto Alla fine del viaggio ospitato per
l’occasione presso il Museo internazionale e biblioteca della musica (Strada Maggiore, 34), con parole e
musica sul pianoforte Pleyel di Gioachino Rossini con Rossana Dalmonte, Emanuela Marcante e Daniele
Tonini.
La mostra si svolge nell’ambito della Stagione 2018/2019 di concerti e di attività culturali della Fondazione Istituto
Liszt e della programmazione della Biblioteca di San Giorgio in Poggiale con la collaborazione (in ordine alfabetico) di
Alliance Française Bologna, Biblioteca Italiana delle Donne, Consolato Onorario di Ungheria a Bologna, Istituto di
Cultura Germanica-Goethe Zentrum Bologna, Museo Civico del Risorgimento e Museo Internazionale e Biblioteca della
Musica di Bologna, R. Accademia Filarmonica di Bologna. La mostra gode dell’attenzione delle Celebrazioni Rossiniane
2018 del Conservatorio di musica G. B. Martini: L’inquilino di Strada Maggiore e Piazza Rossini – Rossini a Bologna nel
150° anniversario della scomparsa.
Ingresso gratuito
Lunedì mercoledì, giovedì, venerdì 9 – 13
Martedì 9 – 17
Sabato domenica 15.30 – 18.30
Mercoledì 16 e 23 gennaio 2019 16 -19