EMERGENZA CORONA VIRUS: L’IMPATTO SULLE COOPERATIVE

0
64

L’ Alleanza delle Cooperative Italiane di Bologna, nel corso di un incontro con il Comune di Bologna per fare il punto sull’emergenza Corona Virus, ha reso noto il grave impatto che si è registrato sull’attività delle cooperative.

L’Alleanza delle Cooperative di Bologna ha dato conto dei pesantissimi danni nei settori:
• della cooperazione sociale e delle cooperative a diverso titolo operanti nella gestione dell’offerta educativa, nei servizi per l’infanzia, nelle scuole di ogni ordine e grado, e dei servizi universitari;
• della cooperazione esercente attività di ristorazione pubblica e privata, servizi di pulizie, servizi di trasporto collettivo collegati ai servizi educativi e scolastici e al trasporto delle persone con disabilità;
• della cooperazione attiva nel trasporto persone, anche in relazione alla sospensione dei viaggi di istruzione e alla forte contrazione dell’attività turistica;
• di tutte le cooperative e loro società collegate attive nei servizi turistici;
• delle cooperative esercenti attività culturali nell’ambito del cinema, dello spettacolo dal vivo, della gestione di eventi;
• delle cooperative attive nella gestione di impianti e di attività sportive;
• di alcuni specifici settori del commercio legati alla mobilità delle persone sul territorio e ai flussi turistici;
• di alcuni settori del trasporto merci, in particolare collegati alle attività fieristiche e ai trasporti internazionali.

“Chiediamo fortemente l’attivazione e il finanziamento adeguato di strumenti di sostegno al reddito – dichiara Rita Ghedini, presidente dell’Alleanza delle Cooperative Italiane di Bologna – e la presa in carico dei mancati ricavi per la chiusura dei servizi educativi e scolastici. Richiediamo inoltre Il differimento dei termini di pagamento di imposte e contributi, il differimento di termini e scadenze per adempimenti burocratici nei confronti della PA e l’individuazione di risorse compensative del mancato reddito delle imprese.”

Fra tutti i presenti è stato totale l’accordo sulla necessità di conservare un atteggiamento prudente, ma proattivo ponendo freno ad ogni amplificazione immotivata della situazione di emergenza.

All’incontro hanno partecipato il Sindaco di Bologna, Virginio Merola; l’assessore al Lavoro, Attività produttive, Marco Lombardo; l’assessore alla Sanità Giuliano Barigazzi; il Direttore Generale del Comune di Bologna, Valerio Montalto. Per le rappresentanze economiche e sociali, erano presenti, oltre ad Alleanza delle Cooperative Italiane di Bologna (rappresentata da Rita Ghedini e Lanfranco Massari), Confindustria Emilia, CNA Bologna, CGIL, CISL e UIL.