Fondazione del Monte: 24 centri estivi finanziati con 150.000 euro nei territori di Bologna e Ravenna

0
247
160720 BOLOGNA. CENTRO ESTIVO Giro del mondo in 80 giorni - A.C.L.I. via don ORIONE.Foto di FDM/A.RUGGERI

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna ha deliberato un finanziamento di 150.000 euro per 24 progetti selezionati nell’ambito della call Attraverso l’estate: un ponte verso la scuola, lanciata a maggio per sostenere le attività rivolte a bambine e bambini, ragazze e ragazzi (3-17 anni) nel periodo estivo, da luglio a settembre.
Alla call hanno risposto molte associazioni di Bologna, con proposte che coprono buona parte del territorio metropolitano. Significativa è stata anche la risposta della comunità ravennate che ha candidato 4 progetti.
La Fondazione ha chiamato a raccolta le migliori energie del territorio, istituzioni e associazioni con esperienza in campo educativo, dando loro il sostegno necessario per attrezzarsi con dispositivi di sicurezza, sanificare e riadattare gli ambienti alle norme per il contenimento del Covid-19, reclutare un maggior numero di operatori socioeducativi e organizzare al meglio la logistica.
Al centro delle politiche della Fondazione ci sono sempre i giovani e i giovanissimi e la call punta a restituire loro il diritto al gioco e il diritto alla socialità, dopo l’esperienza del lockdown che li ha privati dei momenti di aggregazione, divertimento e apprendimento necessari a una crescita armonica. Le attività estive diventano occasione per far rivivere ai più piccoli, e ai più fragili, una situazione di normalità restituendo loro il piacere dello stare insieme e all’aria aperta, ma anche per prepararli e accompagnarli verso il rientro in classe a settembre.
La Fondazione ha pensato anche alle famiglie – in particolare alle madri lavoratrici, che faticano a conciliare tempi di lavoro e cura dei figli – e al numero crescente di chi si trova in difficoltà economica.

«In un momento in cui il sostegno del benessere fisico e psicologico della fascia più giovane della popolazione ha un carattere prioritario, la Fondazione del Monte, da sempre attenta ai bisogni delle famiglie, è particolarmente lieta di poter supportare tante iniziative che vedranno giovanissimi e giovani protagonisti di un’estate da trascorrere all’insegna sia dello svago e della socialità, che dell’apprendimento di nuove competenze» dichiara Ethel Frasinetti, Consigliera della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna con delega a Servizi alla persona e Solidarietà.

I PROGETTI SELEZIONATI

I numerosi corsi, laboratori e giochi didattici spaziano in campi diversi: dalla salvaguardia ed esplorazione dell’ambiente naturale all’educazione all’aperto; dalle proposte di aggregazione per giovani con disabilità a quelle ludico-motorie; dalle attività pre-scolastiche alla pratica delle lingue straniere, ma anche laboratori di creatività, di modellazione dell’argilla, di teatro e di pittura.

Educazione e socialità
Il progetto Il Giro del mondo in 80 giorni di ACLI ha lo scopo di sostenere l’occupazione femminile privilegiando nelle iscrizioni le mamme coinvolte nei percorsi Acli di ricerca attiva del lavoro. Il centro si realizzerà nei giorni feriali, dal mattino al pomeriggio con pasti inclusi, nell’ottica di offrire un aiuto concreto ai genitori.
La scuola è finita ed è necessario offrire ai più piccoli un contesto di gioco sereno, dove continuare ad apprendere, e al tempo stesso, aiutare le famiglie, in particolare quelle che vivono situazioni di disagio e di fragilità economica e sociale. In questo senso si sono attivati: Tralenuvole, che, per rispondere alle molte richieste dei genitori, quest’anno, amplia la propria offerta rivolgendosi anche agli adolescenti e realizzando due nuovi centri estivi: uno al Planetario di Ravenna e uno al campo sportivo Ravenna Rugby; Un’estate a regola d’arte dell’Associazione Bangherang che offre momenti di incontro e confronto; così come la Società Cooperativa Sociale IT2 con il progetto In tempo d’estate che coinvolge utenti minori e neomaggiorenni a rischio di dispersione e di esclusione dai percorsi scolastici e formativi. L’oratorio della Parrocchia San Giovanni Bosco Estate Ragazzi 2021 si propone come luogo di crescita e divertimento per bambini e bambine, dalla scuola primaria alla secondaria di primo grado, e per adolescenti della scuola secondaria di secondo grado che, coordinati da educatori esperti, si metteranno in gioco come animatori per i più piccoli.
Estate Senza Fili. Esperienze per giocare e apprendere con metodo fuori dagli schemi di C.A.D.I.A.I. Sociale Coop. Sociale prevede attività pre-scolastiche con particolare attenzione a giovani utenti con gap di apprendimento e fragilità.
Didì Ad Astra con Un Ponte Per E-State Insieme 2021 ha in programma iniziative di crescita formativa e socializzazione per persone (3-17 anni) con disabilità intellettiva, autismo, disturbi del comportamento e dell’apprendimento, privati, a causa dell’emergenza sanitaria, di un percorso scolastico lineare e che oggi risentono, più di altri, degli effetti negativi del lockdown.

Natura e ambiente
Contatto con la natura, lavoro in gruppo, socializzazione e aiuto reciproco sono le parole d’ordine de L’estate dei piccoli Grogh di Ludovarth Associazione culturale APS, che, inspirandosi al libro “Grogh Storia di un castoro” di Alberto Manzi, mira a sensibilizzare i partecipanti sulle tematiche ambientali attraverso una serie di attività didattiche e avventure a contatto con la natura. Il tema dell’ecologia sarà anche il fulcro di Arturo, il paguro dell’Associazione Culturale Emiliodoc APS, laboratori di modellazione dell’argilla per riflettere, attraverso le avventure del paguro Arturo, sul problema dell’inquinamento delle acque e sulla possibilità di utilizzare alternative ecosostenibili alla plastica, come ad esempio l’argilla.
Asd Il Grinta realizza In viaggio per il mondo, un programma di gite didattiche incentrato sull’educazione scientifica e ambientale all’aria aperta, un modo per scoprire nuovi contesti naturali e vivere originali esperienze di apprendimento.
Cooperativa sociale La Pieve Società cooperativa Onlus con RiAttiviamo l’Estate promuove la piena partecipazione dei partecipanti attraverso la peer education e il dialogo inter-generazionale. Un percorso formativo incentrato su attività ludiche e motorie, di gioco strutturato e all’aperto, e di educazione ambientale per un graduale ritorno alla vita collettiva. Anche la Parrocchia San Matteo della Decima con Divertilandia offre la possibilità ai più piccoli di vivere esperienze di gioco, apprendimento e socializzazione all’aria aperta.

Teatro, musica e… lingue straniere
Un’Estate…da Spettacolo di Teatro delle Temperie di Calcara di Crespella Valsamoggia promuove l’attività teatrale come mezzo per superare lo stress accumulato da bambine e bambini durante il lockdown: attività motorie ed espressive attraverso cui i piccoli possono dare sfogo alle proprie pulsioni emotive, superando con divertimento le barriere che l’emergenza sanitaria li ha costretti a innalzare.
Recuperare la socialità attraverso il gioco e promuovere nuove occasioni per valorizzare i talenti è l’obiettivo di Un’estate buona, sana e giusta di Al di là del fiume APS. Laboratori di arti circensi e illustrazione, tornei, gite, ma anche recupero delle competenze didattiche e di supporto per i compiti sono solo alcune delle attività proposte dall’Associazione Arci Bologna con Z – estate.
Campus musicali estivi Senzaspine di Senzaspine Network APS coinvolge quest’anno quasi 150 partecipanti in classi di musica e attività ricreative con docenti e musicisti.
Perché non sfruttare l’estate per migliorare il proprio inglese o per imparare una nuova lingua? 2021 Campi dell’Associazione Cristiana Evangelica Forte Torre offre la possibilità a diverse fasce di età di praticare la lingua inglese con tutor madrelingua in maniera professionale ma creativa L’inglese potrà essere praticato, insieme allo spagnolo, anche a R…Estate con UISP di U.I.S.P. Comitato Provinciale di Bologna, che ha in calendario laboratori per valorizzare l’esperienza corporea, creativa e sensoriale attraverso attività manipolative e psicomotorie, ma anche l’elaborazione fantastica di storie, luoghi, persone in lingua straniera.
Inventarsi una scuola che ancora non c’è? Sarà possibile grazie a Radioimmaginaria Media Hub che, prendendo spunto dai 4 Gruppi di Lavoro istituiti dalla Regione Emilia-Romagna per ripensare la scuola, propone OltrApe 2021 con Radioimmaginaria Alla ricerca della scuola che non c’e’!, un tour esplorativo di incontri con adolescenti durante i quali si raccoglieranno le idee dei ragazzi sulla scuola del futuro. A conclusione del tour tutte le idee confluiranno in una rappresentazione pittorico-grafica.

Attività motorie
Arricchire la sperimentazione motoria di bambine e bambini, anche di coloro che hanno delle disabilità, con attività all’aperto e in piscina è l’obiettivo di Estate con noi: Centro estivo infanzia, primaria e secondaria primo grado di Nuove Generazioni Cooperativa Sociale.
Calcio, ginnastica, atletica, basket, pallavolo, pallamano, arti marziali, arrampicata sono solo alcune delle discipline sportive in cui potranno cimentarsi i partecipanti di Multisport Summercamp 2021 di PGS IMA polisportiva giovanile Salesiana Istituto Maria Ausiliatrice che garantisce un approccio pedagogico allo sport coerente con lo sviluppo del bambino
Il movimento sarà anche il fulcro di Fit Young Summer di Gym Academy per favorire il benessere dei ragazzi sensibilizzandoli sull’importanza dell’esercizio fisico, come il basket sarà invece il filo conduttore delle attività del centro estivo di Basket Club Russi ASD.
Anche il Centro Estivo Diverticampus di A.S.D. Società Ginnastica Persicetana privilegia la pratica sportiva attraverso momenti di gioco-sport individuale e di gruppo, oltre a lavori guidati di pittura, disegno e costruzione di lavori artistici per sviluppare la fantasia, imparare, socializzare e condividere esperienze positive con nuovi amici ed educatori.