Il centro per il riuso Second Life chiude per rifarsi il look, e sabato scatta l’operazione “Saldi senza soldi”

0
156

Second Life, il centro per il riuso di Bologna, di proprietà del Comune e affidata alla cooperativa Open Group attraverso una gara, si rifà il look per crescere e offrire alla città un servizio migliore. Lunedì 4 marzo inizieranno i lavori di riqualificazione e ampliamento della struttura di via Marco Emilio Lepido per renderla sempre più rispondente alle esigenze ambientali e sociali della città.

L’area rimarrà chiusa al pubblico durante i lavori, la cui durata stimata è di tre mesi. I lavori consentiranno l’ampliamento della superficie, il miglioramento del microclima interno, la rifunzionalizzazione interna al fabbricato principale e realizzazione di un’area per le attività didattiche.

Per agevolare lo sgombero dei locali in vista dei i lavori, sabato 2 marzo Second Life proporrà ai cittadini degli speciali “Saldi senza soldi”: per tutta la giornata si potrà infatti ritirare un doppio quantitativo di oggetti in attesa di una seconda vita. Il gestore della struttura valuta infatti ogni oggetto conferito a Second Life, in relazione alla qualità e stato di manutenzione. Gli utenti possono prelevare gratuitamente una quantità di oggetti corrispondenti al valore di quelli che hanno conferito: per tutta la giornata di sabato 2 marzo il valore di ciò che si può ritirare sarà raddoppiato.

Sabato Second Life è aperto dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.