Il flauto incantato di Matteo Cesari inaugura la stagione teatrale 2019-20 del Teatro dell’ABC

0
38

Parte lunedì 30 settembre la seconda stagione teatrale del Teatro dell’ABC, il progetto dell’associazione culturale ABC Arte Bologna Cultura nato nel gennaio 2019. E lo fa nel segno della musica contemporanea con “In principio è il soffio”, in programma lunedì 30 settembre alle ore 21,00, con il flautista Matteo Cesari, flautista bolognese di fama internazionale, uno degli interpreti più significativi di Salvatore Sciarrino, che ci guiderà nel mondo di sogno e magia evocativa del compositore sardo. La serata, curata da Valentino Corvino in collaborazione con FontanaMix Ensemble, si inserisce all’interno del Festival Bologna Modern 2019.

Col gigantesco catalogo delle sue composizioni Salvatore Sciarrino ha rivoluzionato l’intero modo di concepire l’universo musicale, reinventando completamente la scrittura strumentale come il modo di cantare, proponendo una nuova sensibilità nelle intime relazioni e negli affetti che muovono il discorso sonoro. In questo contesto la magia e gli incantesimi delle invenzioni che animano l’opera per flauto solo occupano un posto decisamente di rilievo. Persino i titoli di ogni brano (Cresce veloce un cristallo, Venere che le Grazie la fioriscono, Come vengono prodotti gli incantesimi?) possiedono una propria forza e magia evocativa; pur non descrivendo nulla di preciso sembrano già introdurre l’affascinante materia sonora. Ma entrare nel mondo sonoro di Sciarrino non è operazione scontata, richiede un modo diverso di ascoltare ma anche un modo estremamente profondo di interpretarla. Il flautista Matteo Cesari, che del compositore siciliano è uno degli interpreti di riferimento e di cui ha inciso l’intera produzione per flauto, sa bene che non si tratta di puro virtuosismo tecnico, ma che per quella magia occorre un profondo rapporto fra esecutore e opera.
All’interno di un programma quasi interamente dedicato a Sciarrino, il flautista di origine bolognese con una carriera internazionale dedicata ai repertori contemporanei, ha incastonato altri due lavori per flauto solo, uno del compositore spagnolo Alberto Posadas e l’altro del direttore e compositore tedesco Matthias Pintscher.

Prossimo spttacolo in cartellone “Laudato Si’”, in programma giovedì 3 ottobre, nato nel 2016 da un’idea di Gabriele Via e Barbara Scoppa, insieme sul palcoscenico. Un atto unico che risponde all’appello di Papa Francesco per un patto di educazione universale, guardando alla profonda convinzione che l’umanità è portatrice, attraverso l’arte, di un’essenza spirituale in grado di costruire un orizzonte di armonia tra uomo e pianeta, rispetto, dignità e preservazione. Le musiche di Valentino Corvino accompagnano i reading dei testi di Francesco D’Assisi, Dante, Shakespeare, Pascal, Kant, Borges e tanti altri, assieme a quelli dello stesso Via, regista e attore assieme alla Scoppa.

Le serate sono riservate ai soci ABC.

Contributo per serata: 10 €
Under 25 e studenti: 7 €
Associazione trimestre ottobre/ dicembre 2019: 3 €
Visto il numero limitato di posti è consigliata la prenotazione
mail abcprenot@libero.it

Teatro dell’ABC – Stagione 2019 – 2020
Un progetto a cura di ABC Arte Bologna Cultura
Con il patrocinio del Comune di Bologna – Quartiere Santo Stefano
Si ringrazia Banca di Imola per il supporto