“Il lavoro: ieri, oggi e domani” al Museo del Patrimonio Industriale

0
126

Domenica 3 marzo alle ore 16 al Museo del Patrimonio Industriale – via della Beverara 123, “Il lavoro: ieri, oggi e domani”.
Il lavoro e la sua organizzazione è il tema della visita guidata.
Nella città della seta, in età moderna, quando Bologna assume un ruolo di primo piano nella produzione e vendita di veli e filati di seta, la filiera produttiva vede la coesistenza di varie forme di organizzazione del lavoro. Le donne sono impegnate in lavori a domicilio come la tessitura che vanta una lunga tradizione artigianale, mentre gli uomini e bambini nei mulini da seta, luoghi di fabbrica antesignani della rivoluzione industriale.
Nel XIX secolo le nuove forme produttive portano alla creazione di figure professionali specializzate, formate a Bologna nella scuola-officina dell’Istituto Aldini Valeriani, che nel secolo successivo diventano i tecnici ma anche i progettisti-imprenditori che danno vita al moderno distretto dell’automazione meccanica. Oggi il mondo del lavoro deve affrontare la sfida delle nuove tecnologie cosiddette abilitanti (la simulazione, la realtà virtuale, la robotica, ecc…). Questa rivoluzione, dovuta alla globalizzazione e ai conseguenti mutamenti tecnologici, organizzativi e comunicativi, accelera l’obsolescenza di gran parte delle conoscenze e richiede nuove competenze. La fabbrica diventa un luogo strategico e d’innovazione in cui si producono beni e servizi, utilizzando, però, i vantaggi derivanti dall’enorme mole di dati che il cliente stesso offre, permettendo così di anticipare le richieste del mercato.
Prenotazione obbligatoria allo 051 6356611 (entro le ore 13 di venerdì 1 marzo).
Ingresso: gratuito (non è dovuto il pagamento del biglietto di ingresso al museo in quanto prima domenica del mese)
Info: www.museibologna.it/patrimonioindustriale