IL MERCATO SONATO SI UNISCE AD OLTRE 130 CLUB PER LA CAMPAGNA NAZIONALE L’ULTIMO CONCERTO?

0
107

Partecipa anche il Mercato Sonato alla campagna nazionale L’ultimo concerto?, l’iniziativa promossa da KeepOn Live, Arci e Assomusica, con la collaborazione di Live DMA, che sabato 27 febbraio alle ore 21 vede – insieme per la prima volta – oltre centotrenta club e circoli del territorio italiano aprire le porte per un evento streaming di cui il pubblico potrà usufruire gratuitamente sul sito www.ultimoconcerto.it. Ad esibirsi per l’occasione l’Orchestra Senzaspine, diretta da Tommaso Ussardi e Matteo Parmeggiani, cuore pulsante del circolo bolognese e che conta oggi oltre 450 musicisti under 35.

L’obiettivo della campagna è quello di porre l’attenzione sull’incertezza e sull’instabilità delle centinaia realtà – obbligate a chiudere a causa dell’emergenza sanitaria – in cui la musica dal vivo è uno degli elementi cruciali per la crescita culturale e per l’aggregazione sociale.

Il Mercato Sonato, circolo Arci e casa dell’Orchestra Senzaspine, al pari di altrettanti circoli italiani, è centro polifunzionale e luogo d’incontro dove condividere la cultura in tutte le sue forme. Nato per dare centralità urbana alla musica classica, ai giovani, alle espressioni creative e alle sperimentazioni – a partire dalla trasformazione di uno spazio pubblico di periferia, che è diventato un valore aggiunto per il quartiere e per l’intera città – è un progetto dinamico, aperto, variegato e partecipato, che si rivolge ad un pubblico eterogeneo e di tutte le età, con attività, eventi, laboratori che toccano tutti i generi; un luogo dove la musica è davvero quotidianità e dove l’attività dell’Orchestra si alterna alle serate di tango, swing e a concerti di artisti della scena internazionale jazz, rock e world music.

È questa la ricchezza che rende i live club ambienti fortemente vitali, luoghi multifunzionali e multidisciplinari, di promozione culturale e del proprio territorio. Un appuntamento e un’azione congiunta di locali e artisti anche per riscoprire e conoscere quei luoghi e per ricordare le emozioni che hanno regalato negli anni al pubblico.