IL PARKOUR ALLA BOLOGNINA CON “INTERMISSION” DI FABRIZIO SAIU

0
59

Una moltitudine in movimento, costituita da atleti di parkour e dai partecipanti al workshop del performer Fabrizio Saiu, attraverserà le strade della Bolognina sabato 24 settembre dalle 18.30: “Intermission” è il titolo della performance proposta nella sesta giornata di perAspera, Festival di arti interdisciplinari contemporanee ideato e organizzato da Nove Punti Aps in programma fino a domenica 25 settembre a Bologna e sul territorio della Città metropolitana (www.peraspera.org).

Un percorso di esplorazione dello spazio urbano nel quale i partecipanti si muoveranno producendo un tappeto sonoro attraverso piatti da percussione trascinati a terra mediante corde: suono e articolazione dei corpi nello spazio producono una sospensione della vita funzionale della città, in favore di una partecipazione attiva e contemplativa della realtà.

Nella stessa giornata di sabato dalle 16 alle 19.30 sarà visibile per l’ultimo giorno al pubblico nella Sala della Musica di Biblioteca Salaborsa (piazza del Nettuno, 3) Affiche, installazione multimediale interattiva a cura di Black7even, il virtual artist project di Vincenzo Scorza, ed Eshno: un paesaggio sonoro creato da un sintetizzatore modulare, che “inventerà” in autonomia partiture nuove, si intreccerà alle frasi/titoli che appariranno su schermi a tubo catodico, scritte con il “title maker”, dispositivo che serviva a titolare le VHS: parole che fanno riferimento a comportamenti ripetitivi, isterici, routinari, che si susseguiranno senza soluzione di continuità in un’iterazione ossessionante. Un’opera che intende riflettere sull’impatto della tecnologia e del flusso costante di informazioni sulle nostre vite: i visitatori interagiranno con l’apparato audio-video, diventando parte integrante dell’installazione, durante la quale saranno generate opere documentali derivate che saranno coniate come NFT art su rete Tezos (Teia.art).

Domenica 25 la giornata conclusiva della 15ma edizione di perAspera inizia alle 11 al Cimitero Monumentale della Certosa con la “Queer Art Walk”, un percorso che a partire dalla tomba di Farinelli indagherà i diversi modelli di maschilità nella storia da una prospettiva queer. Dalle 18.30 alle 21.30 presso gli spazi Temporanea del DumBO (via Camillo Casarini, 19) il gran finale è affidato all’happening “Grand Bois”, progetto speciale per i 30 anni della compagnia Fanny&Alexander: una performance animata da musicisti e musiciste connessi tra di loro, come lo sono gli alberi, mediante un sistema di auricolari che ricevono impulsi ritmici e battiti da una postazione centrale, generando una composizione poliritmica che lo spettatore è chiamato a fruire liberamente, nel tempo e nello spazio, scegliendo di volta in volta la singola fonte del suono.

Il programma integrale è consultabile sul sito www.perasperafestival.org

L’ingresso agli eventi è libero.

Contatti per info: mail info@perasperafestival.org | tel 349 5824266 / 349 6600300