IMPRENDITORIA FEMMINILE: SELEZIONATE LE VINCITRICI DEL BANDO NILDE 2020

0
78

Si è conclusa l’edizione 2020 del Bando Nilde – Nuova Impresa Libera per Donne Eccezionali del Comune di San Lazzaro, che ha l’obiettivo di sostenere l’imprenditoria femminile sul territorio.
Due le realtà selezionate, che potranno usufruire gratuitamente per 2 anni degli spazi Nilde alla Ponticella e seguire un percorso di formazione e incubazione tenuto da professionisti del settore, tra cui Rotary Club Valle del Savena, Progetti d’Impresa e Smart Formazione. Il progetto Nilde, inoltre, aderisce alla rete di incubatori di impresa regionale In-Er, coordinata da Art-ER (RER).

L’edizione di quest’anno ha avuto un occhio di riguardo dell’artigianato tessile, vera e propria eccellenza del nostro territorio che ha però subito pesanti colpi per la crisi economica e successivamente per l’emergenza sanitaria in corso.

Le due realtà selezionate dalla giuria sono U.Mani di Michela Di Crescenzo e O.CR.A – Officina Creativa Artigiana di Valentina Cabri, Lucia Chiodi, Francesca Massi e Alessandra Rimondi.

La prima idea imprenditoriale, ha proprio l’essere “U.Mano” al centro della sua rivoluzione. Si tratta infatti di un progetto creativo e artigianale metropolitano, che punta alla costruzione delle idee attraverso la manualità, il metissage, il design e la sostenibilità. L’idea di Michela Di Crescenzo si basa sulla creazione e vendita di prodotti artigianali acquistati da rimanenze in stock, tessuti/abiti riciclati e cotoni dell’Africa dell’Ovest (WAX) per la creazione e vendita di abbigliamento e di accessori fatti a mano, oltre all’uso di materiali naturali come tronchi, sassi e foglie per la creazione e vendita di oggetti di design etici. Il progetto intende essere un luogo di relazioni, creazione, progettazione e vendita artigianale dove le culture e le conoscenze si mescolano, un luogo aperto a risvegliare la sensibilità umana ed etica nei grandi e nei piccoli.

O.CR.A. si pone invece come una vera e propria officina creativa, indipendente e consapevole, dove la sartoria handmade incontra la grafica per dare vita da abiti, accessori e complementi di design a tiratura limitata, realizzati a mano. La produzione segue un processo di filiera corta e di valorizzazione del prodotto artigianale. Privilegia materiali naturali e di riciclo, personalizzando e valorizzando l’unicità dell’offerta. Il progetto nasce da un’esigenza collettiva in cui valorizzare, rendere concrete le idee e realizzare e strutturare l’intera filiera di creazione di un prodotto, fondendo diverse realtà e ambiti per dare vita a prodotti tessili innovativi che spaziano dalla moda al design alla grafica. Uno degli obiettivi delle quattro founder è di fornire servizi che coinvolgano più settori artigianali, riassumendo in 5 passaggi l’idea di impresa: idea, sviluppo, realizzazione, comunicazione, canale di vendita.

Oltre a poter usufruire in modo gratuito per 2 anni degli spazi di Nilde, le imprenditrici selezionate seguiranno anche un percorso di incubazione gratuito per lo sviluppo e la crescita della propria start up. Il bando Nilde 2020 si è però contraddistinto per l’elevata qualità delle idee imprenditoriali presentate, tanto che l’Amministrazione ha deciso di estendere la partecipazione al percorso di incubazione gratuito anche a quattro degli altri progetti presentati.

“Il progetto Nilde non è solo un bando di sostegno economico – spiega la sindaca di San Lazzaro Isabella Conti –, ma per molte donne è un vero e proprio momento di rinascita, l’occasione per dare forma ai propri sogni e trasformarli in realtà imprenditoriali solide. Nilde è uno spazio sicuro dove creare e confrontarsi con altre donne, è condivisione delle competenze e formazione, ma soprattutto è un modo di dire alle donne che le Istituzioni sono al loro fianco e credono in loro. In questo 2020 che ha penalizzato fortemente l’occupazione femminile, con Nilde l’Amministrazione vuole dare alle donne tutti gli strumenti per scrivere la propria storia personale e professionale. Strumenti che vanno ad inserirsi in un progetto più ampio per le pari opportunità, a partire dalla gratuità dei nidi fino agli sgravi fiscali per le imprese che assumono neo-mamme e over 50”.

“Nilde si inserisce in una strategia ampia del Comune di San Lazzaro – aggiunge l’assessore alle Pari Opportunità Juri Guidi – che va dall’empowerment femminile al contrasto alla violenza. Il gap economico e di genere va abbattuto anche sul piano culturale, con azioni concrete”.

I partner di Nilde 2020

“Sostenere la nuova imprenditorialità è da sempre la mission di Progetti d’impresa, il servizio della Città Metropolitana di Bologna dedicato alla creazione d’impresa – dichiara Marzia Florindi, referente del servizio Progetti di Impresa –. Attraverso la collaborazione nell’ambito del progetto Nilde, potremo fare la nostra parte nell’avvio di imprese specificatamente al femminile, guidando le beneficiarie nel percorso che va da un’idea alla sua realizzazione. Nella speranza di vedere sempre più imprese guidate da donne, ringrazio vivamente il Comune di San Lazzaro di Savena per averci coinvolto quali partner attivi di questa importante iniziativa”.

“Smart Formazione e Consulenza – aggiunge la referente Vincenza Esposito –, nasce dall’esperienza decennale in ambito formativo. Attraverso una rete di consulenti specializzati in diversi ambiti, vuole offrire percorsi di formazione e accompagnamento rivolti a soggetti pubblici e privati. Con i nostri consulenti abbiamo seguito la prima edizione del percorso formativo per le candidate del progetto Nilde. Anche quest’anno daremo il nostro contributo attraverso un percorso di formazione che rappresenta il risultato di una collaborazione con il Comune di San Lazzaro e i soggetti partner coinvolti. L’obiettivo di questo percorso è quello di offrire alle imprenditrici che potranno usufruirne, una formazione e
un accompagnamento personalizzato che permetta loro di acquisire gli strumenti, le conoscenze e che crei quelle occasioni di confronto necessarie ad avviare e portare avanti la propria attività.
Una cassetta degli attrezzi che accompagni le neo-imprenditrici nel loro percorso di crescita e che ci auguriamo possa facilitarle nel raggiungimento dei propri obiettivi”.

Tra i partner del progetto, anche il Rotary Club Bologna Valle del Savena, come spiega l’avvocata Natalia d’Errico, presidente del Club nell’anno rotariano 2019-2020: “Il Rotary è una grande organizzazione internazionale di volontariato che ha oltre 100 anni di vita e che riunisce circa 1.200.000 soci in tutto il mondo, con la passione per il sociale, guidati dal principio di servire al di sopra del proprio interesse personale. L’obbiettivo del Rotary è migliorare la vita delle persone creando cambiamenti duraturi in tutto il mondo, nelle nostre comunità e in noi stessi. Nell’ambito dell’azione sul territorio il Rotary Club Bologna Valle del Savena ha sottoscritto con il Comune la convenzione per la promozione dell’imprenditoria femminile nell’ambito del bando Nilde. Il Rotary club Bologna Valle del Savena contribuisce con il coinvolgimento diretto e personale dei rotariani (Rotary del fare), mettendo a disposizione gratuitamente le professionalità dei propri soci per concorrere al percorso di formazione per la nascita e lo sviluppo consapevole delle imprese i cui progetti sono stati selezionati. Il nostro impegno non si esaurirà con la prima fase di formazione, ma proseguirà mettendo a disposizione le professionalità dei soci del club per gli incontri individuali di supporto alle start-up (una sorta di sportello a richiesta) che, terminata la fase di formazione, continuerà per tutto il tempo in cui saranno assegnatarie degli spazi all’interno di Nilde”.