In Casa per la Pace “Viaggio intorno al mondo – I nostri”

0
33

Un gruppo di otto giovani studenti universitari, di diversa estrazione religiosa, decide di instaurare una conoscenza e un dialogo nel corso di un anno con 11 comunità religiose di Bologna, i cui luoghi di incontro e preghiera sono nascosti tra garage, scantinati, capannoni industriali e chiese, e compongono un panorama multietnico della città che sorprende anche da una prospettiva laica. Da questo progetto di formazione, ricerca e inte(g)razione sociale, denominato “Viaggio intorno al mondo”, sono nati un libro e un documentario che verranno presentati giovedì 16 gennaio presso la Casa per la Pace “La Filanda” (via Canonici Renani, 8 – Casalecchio di Reno).

Alle ore 18.30, la presentazione del libro Viaggio intorno al mondo (Zikkaron, 2019), curato da Fabrizio Mandreoli e Giulia Cella, vedrà la partecipazione dei giovani protagonisti del progetto, in un incontro cui sono stati invitati anche esponenti delle comunità islamica e sikh di Casalecchio.

Il volume testimonia questa “incursione straordinaria dentro a mondi vitali ‘altri’, per conoscere meglio anche sé stessi”, con l’obiettivo di capire chi, dove e come prega, e in che modo esprime la propria identità di fede, in una città come Bologna, post secolare e ricca di comunità provenienti da luoghi distanti del mondo (espressione di ben 149 nazionalità), che restano spesso invisibili ma che trasformano sotto traccia il tessuto sociale.

Dopo una piccola cena insieme, alle ore 20.30 sarà proiettato, alla presenza del regista Marco Santarelli, il docufilm I nostri (Italia, 2018 – 75′), in una delle sue prime uscite dopo l’anteprima al “Tertio Millennio Film Fest” di Roma il 10 dicembre scorso.

Oltre a ripercorrere visivamente gli incontri del gruppo, il documentario si interroga sulla domanda “Qual è il confine tra l’essere convinti della propria visione religiosa e l’essere aggressivi?”, e trova la risposta nell’incontro finale con una religiosa libanese che ha vissuto nel suo Paese gli anni più duri della guerra, senza mai lasciarsi trascinare dall’odio religioso. I nostri, da un’idea di Ignazio De Francesco e Fabrizio Mandreoli, è prodotto da Ottofilmaker e distribuito da Istituto Luce Cinecittà, ed è dedicato a Pier Cesare Bori (1937-2012), maestro del dialogo interreligioso nella prospettiva dei diritti umani.

La serata è promossa dal Gruppo Nonviolenza di Percorsi di Pace, con ingresso libero.