Incontro con Cecilia Matteucci Lavarini al Majestic

0
147

Nella cornice della Sala Europa, tra gli affreschi dei Carracci, la collezionista di arte e moda, haute couture e costumi orientali, converserà con Federico Chiara, culture editor di Vogue Italia.

Un’immersione nel mondo del collezionismo di arte e moda, che si inserisce tra gli eventi di Art City, in occasione di Artefiera e SetUp Contemporary Art Fair, nello stile inimitabile di una vera icona contemporanea.

In uno dei salotti più eleganti di Bologna, affrescato con le Metamorfosi di Ovidio – a firma dei fratelli Carracci – va in scena la brillante conversazione tra l’icona di stile e collezionista eclettica Cecilia Matteucci Lavarini e Federico Chiara, culture editor Vogue Italia.

Quello in programma al Grand Hotel Majestic “già Baglioni” è uno degli incontri più glamour del lungo weekend di Artefiera, momento clou del palinsesto di eventi in città che affiancano la fiera d’arte contemporanea (in programma dall’1 al 4 febbraio a Bologna).

Appuntamento venerdì 1 febbraioalle ore 17.00, tra gli affreschi della Sala Europa, contigua a Palazzo Fava: ospite speciale, Cecilia Matteucci Lavarini, archivio vivente della moda e collezionista di veri tesori, dai kimono ottocenteschi ai grandi brand storici e contemporanei. Toscana di nascita ma bolognese d’adozione, vive circondata da arte e moda, tra Morandi e De Chirico, Chanel, Dior e molti altri. La sua è un’immersione verticale, attraverso secoli di bellezza e un’esplorazione orizzontale, una ricognizione guidata dal suo istinto infallibile.

Con il tributo a Cecilia Matteucci Lavarini, il Grand Hotel Majestic apre anche un nuovo e suggestivo spazio espositivo al suo interno. La strada romana – meravigliosamente custodita al piano inferiore dell’albergo (un tratto di strada secondaria romana facente parte della “Flaminia Militare” del 187 a.C.) – diventa Gallery Strada Romana spazio Majestic arte contemporanea e aprirà il suo ciclo di mostre con lo shooting che il fotografo Stefano Bertolucci di Doc Visioni dedica al suo stile inconfondibile, perfettamente incastonato nello stile del Grand Hotel Majestic.

6 scatti iconici in 6 location iconiche tra cui la Suite Torreggiani che porta il nome dell’architetto che realizzò il palazzo; la Giambologna una delle più belle e storiche camere di stile classico veneziano e preferita da Lady D; la Junior Suite Morandi; le maestose ed eleganti Gallerie del primo piano e ovviamente le stanze 106 e 108 che insieme compongono la Royal Suite Giuseppe Verdi, senza dubbio la più ricca e sfarzosa del Palazzo. Scatti unici per outfit indimenticabili: Chanel, Dior, Schiaparelli, Gucci di Alessandro Michele, Tom Ford e Prada proprio a dimostrare che quando arte e moda si fondono il risultato è l’eccellenza.

La mostra sarà allestita al Majestic dall’1 fino al 28 febbraio, per poi lasciare il posto all’esposizione del progetto Moschino che rimarrà fino a fine marzo in concomitanza del Cosmoprof