Istituzione Biblioteche – Mostre in corso

0
249

Fino all’11 gennaio 2020 presso la Biblioteca Casa di Khaoula, via di Corticella, 104
Dipsomania. Mostra d’arte 2019-2020 di Rita Tantucc, diplomata in pittura e decorazione all’Istituto Superiore di Belle Arti di Chișinău (Moldavia), è pittrice e poetessa.
Ha effettuato varî restauri in Italia, tra cui un affresco su soffitto a Follonica, località ove ha prodotto quadri su commissione, impartito lezioni private di pittura, gestito la galleria d’arte “Il Castello Bianco” e tenuto alcune mostre. Vive ora a Bologna, dove ha partecipato alla mostra “Arte a palazzo” presso la Galleria Farini (nel febbraio 2018) ed è stata fra i fondatori del gruppo di liberi lettori “Il cappello nel verso”, che organizza il ciclo d’incontri poetici “Palestra di poesia al Navile”.
La mostra si potrà visitare durante l’orario di apertura della biblioteca.
Info: bit.ly/2YaWYN6

Fino al 11 gennaio 2020 presso la Biblioteca Salaborsa, piazza Coperta, piazza del Nettuno 3
La mostra dal titolo Giorgio Guazzaloca, un bolognese, si sviluppa con un percorso fotografico composto da oltre 250 pezzi esposti, arricchito da cimeli personali, che ricostruisce la vicenda personale di un personaggio emblema della bolognesità: l’amore per il calcio e la maglia rossoblù, il giornalismo e la letteratura, l’impegno associativo. La mostra è visitabile gratuitamente negli orari di apertura della biblioteca.
Info: bit.ly/2sGsGWT

Dal 13 al 19 gennaio sempre in Biblioteca Salaborsa, piazza Coperta, piazza del Nettuno 3
Il potere dei senza potere. Interrogatorio a distanza con Václav Havel
Václav Havel chiamava le interviste ‘interrogatori a distanza’ per distinguerli da quelli, numerosi, che aveva subito nelle carceri ceche. Ed è proprio a partire da un ‘interrogatorio a distanza’ che muove la mostra.
Le domande sono poste oggi e riguardano praticamente tutto: perché è diventato un dissidente, che cosa pensa della vita e della politica, dell’ideologia e della verità, dell’Est europeo e dell’Occidente, della crisi dell’uomo moderno e del suo rapporto con Dio, della fine del Patto di Varsavia e dell’adesione all’Unione europea, della fede e dell’esperienza dell’assurdo, della dignità dell’uomo e della speranza. E del potere dei senza potere, cioè dell’ortolano di Praga e del birraio boemo.Le risposte sono tutte necessariamente tratte, in modo libero ma fedele, dai suoi libri.La mostra celebra i quarant’anni dalla pubblicazione italiana de Il potere dei senza potere (Cseo, 1979) e i trenta dall’elezione di Havel alla presidenza della Federazione Cecoslovacca (1989).  L’inaugurazione si tiene lunedì 13 gennaio alle 18.30.
Martedì 14 gennaio alle 21 la Cappella Farnese di Palazzo d’Accursio ospita l’incontro ‘L’attrattiva della verità: l’attualità di Václav Havel’, con Ubaldo Casotto, Sergio Belardinelli e Massimiliano Rabbi.
Infine, mercoledì e sabato dalle 17.30 alle 19 saranno allestiti all’interno della mostra degli speaker’s corner in cui sarà possibile parlare con alcuni ospiti.
La mostra è visitabile gratuitamente negli orari di apertura della biblioteca.
Info: bit.ly/36xudNW

Fino al 7 febbraio 2020 presso la Biblioteca Corticella-Luigi Fabbri, via Gorki, 14
Mostra fotografica colletiva “Bologna… col naso all’ insù” del  gruppo fotografico “Il Mantice” DLF Bologna. La mostra sarà visitabile nei consueti orari di apertura della biblioteca. Ingresso gratuito
info: bit.ly/2t3IYt6

Fino al 16 febbraio 2020 alla Biblioteca dell’Archiginnasio, Quadriloggiato Superiore piazza Galvani, 1
Pane e salame. Immagini gastronomiche bolognesi dalle raccolte dell’Archiginnasio
Mostra a cura di Alessandro Molinari Pradelli con la collaborazione di Marcello Fini .
La mostra è dedicata a due elementi fondamentali e caratteristici della gastronomia petroniana, il pane e i salumi. La loro evoluzione storica verrà illustrata nelle undici bacheche della mostra attraverso disegni, incisioni, libri, opuscoli e bandi. Partendo, per esempio, dalle celebri incisioni di Annibale Carracci delle Arti per via, e passando per la copiosa produzione artistica di Giuseppe Maria Mitelli, arriveremo fino al Novecento, con i disegni di Alessandro Cervellati.
Tutto il materiale esposto, sia quello mostrato in originale sia quello che è stato riprodotto per motivi di conservazione, proviene dalle collezioni della Biblioteca dell’Archiginnasio.
Durante il periodo di apertura della mostra, sono in programma visite guidate gratuite condotte dal curatore alle ore 17 di mercoledì 22 gennaio, giovedì 6 febbraio.
La mostra è visitabile gratuitamente durante gli orari di apertura del palazzo dell’Archiginnasio.
Info: bit.ly/33ujKAG