LA XII EDIZIONE DI IT.A.CÀ MIGRANTI E VIAGGIATORI – FESTIVAL DEL TURISMO RESPONSABILE TORNA IN EMILIA ROMAGNA: DAL 5 AL 27 SETTEMBRE TUTTI I WEEKEND

0
103

Sabato 5 Settembre parte il calendario di eventi dal vivo della tappa emiliano-romagnola di IT.A.CÀ, primo ed unico festival in Italia dedicato al Turismo Responsabile, che dopo la prima fase online ha scelto di ripartire con gli eventi in presenza dislocati su 9 regioni italiane e organizzati dalle 11 tappe del festival.
Dopo la tappa di Padova, che ha inaugurato la versione ‘live’ del festival a fine agosto, dal 5 settembre e per tutto il mese, per 4 fine settimana di seguito sarà la volta degli eventi organizzati da IT.A.CÀ Bologna, un esempio di co-progettazione dal basso con le reti locali dei vari territori.
La tappa di Bologna è realizzata con il patrocinio di Regione Emilia Romagna, Città metropolitana di Bologna, Comune di Bologna, Università di Bologna, Unione dei Comuni dell’Appennino bolognese, Unione Reno Galliera, Comune di Casalecchio di Reno, Comune di Bentivoglio, Comune di Marzabotto. Questa particolare tappa, che prende il via nel territorio che ha dato vita all’intero progetto del Festival, sarà un viaggio tra l’Appennino e la pianura bolognese con itinerari a piedi e a pedali, corsi di formazione e piccoli eventi intimi per promuovere la cura dei nostri territori nel rispetto delle bio-diversità locali e delle norme di sicurezza sanitaria.

Sabato 5 settembre a Monghidoro e Domenica 6 settembre in Val di Zena
Gli organizzatori del primo appuntamento in calendario di IT.A.CÀ Bologna (La Carovana Cooperativa Sociale) hanno scelto di declinare il tema 2020 del festival – la BIODIVERSITA’ – proponendo tre appuntamenti: alle 10.30 di sabato presso il Triton’s Park di Monghidoro con i percorsi sospesi sugli alberi (per adulti e bambini), mentre alle 16.00 sarà la volta di un laboratorio gratuito solo per bambini per scoprire curiosità e stranezze del mondo animale, con l’obiettivo di mostrare quanto ogni specie sia unica e preziosa.
Domenica in Val di Zena l’appuntamento è per le 16.00 con un percorso a piedi nella zona dove nel 1965 un contadino trovò i resti di un’antichissima balena, a seguire un laboratorio per bambini per costruire la propria balena di gesso.
Per info e modalità di partecipazione, qui.

Sabato 12 settembre a Bologna Città
Due realtà locali si uniscono per proporre la loro declinazione di biodiversità, quella agronomica: un itinerario in bicicletta ‘nel gusto’, alla scoperta dei luoghi del cibo equo-solidale e a km zero.
Per info e modalità di partecipazione, qui.
Evento organizzato da: Salvaiciclisti Bologna, ExAequo Bottega del Mondo.

Domenica 13 settembre da Bologna ai Colli Bolognesi
In questa giornata chiamata ‘Bread and Bees: dalla città alla campagna andata e ritorno pt.1’ nata in collaborazione con l’Associazione Ambasciatrici e Ambasciatori dei Mieli, si scopriranno le bellezze e le varietà dell’affascinante mondo delle api, grazie ad un itinerario a piedi che parte da Bologna e arriva fino ai Colli, con tanto di degustazione di miele, di bibite fatte col miele, di vino e di prodotti tipici del territorio.
Per info e modalità di partecipazione, qui.
Evento organizzato da: Cooperativa Madreselva, Kilowatt, Associazione Le nostre api – Apicoltori, Felsinei, B&B Ca’ del Genio, Sistema Museale di Ateneo – Orto Botanico ed Erbario, Ambasciatrici e Ambasciatori dei mieli.

Sabato 19 settembre a Marzabotto
Un appuntamento che parte dalla mattina, con un itinerario a piedi verso Luminasio che attraversa i piccoli borghi di pietra immersi nella natura e costruiti dai maestri Comacini, accompagnati dalle guide e dalla pro loco di Marzabotto insieme al CAI Alto Reno; all’ora di pranzo si verrà accolti nel Giardino di Pimpinella con una degustazione di erbe aromatiche e un laboratorio di preparazione di un liquore ‘di lunghissima vita’; per poi finire col cammino verso la stazione di Marzabotto, attraverso l’imbocco del ponte sospeso di Canovella e il Parco Bottonelli. Grazie alla collaborazione con Crinali il Festival dell’Appennino bolognese, in questa tappa sarà possibile conoscere il territorio anche attraverso il suo patrimonio musicale.
Per info e modalità di partecipazione, qui.

Evento organizzato da: Comune di Marzabotto, Pro loco Marzabotto, Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese, CAI Alto Reno, Il Giardino di Pimpinella, Agriturismo Ca’ Guidotti.

Domenica 20 settembre a Casalecchio di Reno
La seconda parte della giornata ‘Bread and Bees: dalla città alla campagna andata e ritorno pt.2’ si svolgerà inizialmente al Parco della Chiusa e subito dopo un piccolo viaggio tra l’apicoltura e la panificazione, assaggiando, impastando e scoprendo l’intimo legame tra le api, il miele e il pane, insieme al maestro della panificazione bolognese Matteo Calzolari.
Per info e modalità di partecipazione, qui.
Evento organizzato da: Cooperativa Madreselva, Associazione Le nostre api – Apicoltori Felsinei, Coop. La Piccola Carovana, Coop. Copaps, Forno Calzolari.

Sabato 26 e Domenica 27 settembre a Bentivoglio
Una giornata ricca di eventi quella di sabato 26, grazie al contributo dell’ente di formazione FORMart che realizza corsi professionalizzanti nel settore turistico. Un’inedita formazione esperienziale che prevede un momento teorico e uno pratico alla scoperta del territorio: la giornata parte con un seminario di formazione sulle opportunità professionali del turismo responsabile in pianura, seguito da un pranzo per ‘gustare la pianura’. Infine, un percorso a piedi, in cui i partecipanti vedranno all’opera gli operatori turistici che li condurranno da Villa Smeraldi-Museo della Civiltà contadina fino a Bentivoglio. Durante il percorso al Castello di Bentivoglio ci sarà il concerto del compositore e polistrumentista Carlo Maver.
Per info e modalità di partecipazione, qui.

Evento organizzato da: IT.A.CÀ Bologna, FormART, Museo della Civiltà Contadina, Cooperativa Anima, Associazione Gruppo della Stadura.

Domenica 27 sarà la volta della scoperta del fiume Navile e il suo ruolo culturale nel corso della storia: dalla Velostazione Dynamo, l’itinerario in bici e completamente accessibile a persone con disabilità motoria e visiva, prosegue per Villa Angeletti per poi passare sul Ponte della Bionda, fino a Bentivoglio, dove si trova il magnifico complesso storico e il suo Castello. Sempre proseguendo sull’argine destro del Navile, si arriverà all’Oasi naturalistica La Rizza (una delle zone umide più importanti della provincia bolognese).
Per info e modalità di partecipazione, qui.

Evento organizzato da: Dynamo la Velostazione di Bologna, Salvaiciclisti Bologna, Fondazione Silvia Rinaldi, Centro Sociale Il Mulino, Museo della Civiltà Contadina.

LE PROSSIME TAPPE DEL FESTIVAL
IT.A.CÀ si svolgerà anche presso l’Anfiteatro Morenico di Ivrea (11-13 Settembre), a Palermo (18-20 Settembre), nei territori tra la Brenta e la Piave (25-26 Settembre), in Trentino (25-27 Settembre), nel Salento (2-4 Ottobre), nel Monferrato (3-4 Ottobre), a Taranto (9-11 Ottobre), a Napoli (10/11, 17/18, 24/25 Ottobre) e nel Levante Ligure (31 Ottobre- 1 Novembre).

Il festival è promosso da: Associazione YODA, COSPE Onlus, NEXUS Emilia Romagna

Con il patrocinio di: Regione Emilia Romagna, Città metropolitana di Bologna, Comune di Bologna, Università di Bologna, Unione dei Comuni dell’Appennino bolognese, Unione Reno Galliera, Comune di Casalecchio di Reno, Comune di Bentivoglio, Comune di Marzabotto.

La tappa rientra all’interno di una rete nazionale del festival di cui fanno parte 21 tappe: Trieste – Gorizia, Brescia e le sue Valli, Monferrato, Anfiteatro Morenico – Ivrea, Pavia e Oltrepò pavese, Trentino, Padova e dintorni, Tra la Brenta e la Piave, Levante Ligure, Piana di Lucca, Reggio Emilia, Ravenna, Bologna, Parco Nazionale Monti Sibillini, Valnerina, Acerra – Campania Felix, Napoli, Monti Dauni, Taranto, Salento, Palermo.

Il Festival ringrazia i Media Partner di IT.A.CÀ 2020: Rai Radio 3, DOVE, LifeGate, Altreconomia, Italia che Cambia, Zai.net con Radio Città del Capo e Radio Jeans, Radio Alta Frequenza, Associazione Italiana Travel Blogger, Rete Nazionale Donne in Cammino, Ecobnb, Bologna da Vivere e Bimbò.

IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori: Festival del Turismo Responsabile
Il festival è nato nel 2009 a Bologna, da Associazione YODA, COSPE onlus e NEXUS Emilia Romagna. Negli anni ha creato una rete importante che oggi conta oltre 700 realtà locali, nazionali e internazionali, coinvolgendo 21 territori e 11 regioni italiane. È il primo e unico festival in Italia che si occupa di turismo responsabile e innovazione turistica in un’ottica sostenibile, per vivere i territori nel rispetto delle culture e dell’ambiente. Nel 2018 ottiene un riconoscimento importante per l’eccellenza e l’innovazione nel turismo da parte dell’UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite). Ogni anno IT.A.CÀ invita a scoprire luoghi e culture attraverso itinerari a piedi e a pedali, workshop, seminari, laboratori, mostre, concerti, documentari, libri e degustazioni per lanciare un’idea di turismo più etico e rispettoso dell’ambiente e di chi ci vive. Un cammino unico in tanti territori diversi, per trasformare l‘incoming in becoming. Coniugando la sostenibilità del turismo con il benessere dei cittadini. Il Festival si rivolge a: cittadini, studenti, organizzazioni no profit, organizzazioni non governative, agenzie viaggi, turisti, volontari, istituzioni ed enti locali, comunità di immigrati, artisti.

IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori: Festival di Turismo Responsabile
Head of Media Relations
Giulia Piazza