L’AGENDA DEL GIORNO “QUESTO” – LA COLONNA SONORA DELLA VITA (di Stefania Chiarioni)

0
259

Il 15 settembre 2019 è il 258° giorno dell’anno e la Chiesa ricorda Beata Vergine Maria Addolorata. A Bologna, il sole sorge alle 6,57 e tramonta alle 19,22. La luna è piena. Giornata internazionale della democrazia.
Il 15 settembre 1902, per la visita a Sorrento del primo ministro Giuseppe Zanardelli, l’albergatore e sindaco Guglielmo Tramontano fa eseguire una canzone commissionata ai fratelli Ernesto e Giambattista De Curtis per ricordare al politico di realizzare alcune opere pubbliche fondamentali. Il brano che inizia con le parole: “ Vide ‘o mare quant’è bello” è “Torna a Surriento”. Diventerà una delle canzoni più famose al mondo.
Nella storia della musica numerose canzoni hanno avuto anche un altro ruolo oltre a quello per cui sono state ideate. Hanno salvato vite, hanno rovesciato un dittatore, hanno fatto ritrovare gli scomparsi, hanno svegliato gli astronauti.
“Panama” dei Van Hallen, la canzone che ha rovesciato un dittatore. Nel dicembre 1989, gli Stati Uniti invasero Panama dopo che Manuel Noriega era stato individuato come un vero e proprio zar della droga. Noriega si rifugiò presso l’ambasciata del Vaticano. Le truppe americane circondarono immediatamente l’edificio e, dopo aver predisposto numerosi altoparlanti, lo bombardarono con il brano dei Van Hallen per 10 giorni, passati i quali, Noriega si arrese.
“Runway Train” di Soul Asylum è la canzone che ha fatto ritrovare degli scomparsi. Poche persone prestano attenzione agli annunci del servizio pubblico, ma nel 1992, un sacco di gente guardava i video musicali su MTV. Così il regista Tony Kaye girò il video di “Runway Trains” usando le immagini dei bambini americani scomparsi. Ha funzionato: il video consentì di trovare diversi bambini di cui si erano perse le tracce da anni.
“Gran Vals” di Francisco Ta’rrega. Il suono che ha posto fine al silenzio. Non tutti la riconosceranno, ma almeno una parte di questa canzone è fin troppo nota. Ventotto anni fa la Nokia ha estratto 13 note dallo spartito del brano per creare la prima suoneria.
Gli effetti che i benefici della musica hanno sulla salute mentale sono noti da migliaia di anni. Gli antichi filosofi da Platone a Confucio ai re d’Israele hanno cantato le lodi della musica e l’hanno usata per alleviare lo stress. Le bande militari usano la musica per infondere coraggio e fiducia. Agli eventi sportivi si usa la musica per suscitare entusiasmo. I chirurghi mettono sottofondi musicali per calmare i pazienti nervosi. La musica è un linguaggio di energia, una “vibrazione” di emozioni e gioia. Parla ai nostri principali desideri e sentimenti. Supera barriere linguistiche e confini politici, è un mezzo potente attraverso il quale gli esseri umani possono sentirsi in sintonia (Patrick Groneman).