L’AGENDA DEL GIORNO “QUESTO” – NON E’ MAI TROPPO TARDI (di Stefania Chiarioni)

0
18
It's Never Too Late Concept

Il 9 ottobre 2019 è il 282° giorno dell’anno e la Chiesa ricorda san Dionigi, sant’Abramo e santa Sara, san Giovanni Leonardi e san Donnino di Fidenza. A Bologna, il sole sorge alle 7,26 e tramonta alle 18,38. La luna è gibbosa crescente. Giornata internazionale della posta.
Il 9 ottobre 1997 l’attore e commediografo Dario Fo, viene insignito del premio Nobel per la letteratura. La notizia gli viene comunicata mentre sta registrando una puntata del programma “Milano-Roma”, in auto con Ambra Angiolini: la loro vettura viene affiancata da un’altra della produzione che espone il cartello con la notizia appena diffusa. La lista dei Nobel è una sintesi della storia recente. Da Marie Curie a Rita Levi Montalcini, da Boris Pasternak a Hemingway, da Aung San Suu Kyi a Barak Obama, ogni premio rappresenta una stagione culturale, una scoperta rivoluzionaria, una svolta epocale. Alfred Nobel, ricco imprenditore svedese nato nel 1833, fece un’immensa fortuna con l’invenzione della dinamite, la produzione e il commercio di armi. Nel 1888, a seguito della morte del fratello Ludwig, un giornale francese scambiò le identità dei due Nobel e pubblicò un articolo poco lusinghiero dedicato all’imprenditore, intitolato: Le marchand de la mort est mort (il mercante della morte è morto). Alfred ebbe così la rara occasione di leggere ante-mortem il suo necrologio e ne fu profondamente turbato. Come Scrooge nel racconto Canto di Natale di Dickens, si dice che dopo qualche anno Nobel decise di cambiare il suo destino. Senza preavviso, proprio il 27 novembre 1895, si recò allo Swedish Norwegian Club di Parigi per redarre un lungo testamento, nel quale elencava i beni che avrebbe lasciato alla sua famiglia e incaricava un suo fedele collaboratore di dare seguito alla sua ultima volontà: investire il resto del suo patrimonio e donare gli interessi sotto forma di premi a “coloro che durante l’anno precedente, più abbiano contribuito al benessere dell’umanità”. Non è mai troppo tardi e Nobel ne è la prova.