LE COMPAGINI GIOVANILI DEL TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA 2022

0
131

In occasione del 77° anniversario della “Giornata della Memoria”, il Teatro Comunale di Bologna – in collaborazione con la Comunità Ebraica della città – propone un concerto che vede la partecipazione dell’Orchestra della Scuola dell’Opera e del Coro Giovanile del teatro felsineo, rispettivamente diretti da Valentino Corvino e Alhambra Superchi, domenica 30 gennaio alle ore 20.30 all’Auditorium Manzoni. La serata è dedicata alle musiche di compositori ebrei, tra i quali anche Mario Castelnuovo-Tedesco, Erich Wolfgang Korngold e Kurt Weill, sfuggiti dalla Shoah e rifugiatisi negli Stati Uniti.

Apre il concerto l’Orchestra della Scuola dell’Opera con l’Ouverture in si minore op. 26 Le Ebridi (“La grotta di Fingal”) composta da Felix Mendelssohn-Bartholdy dopo il suo viaggio nell’arcipelago scozzese nell’agosto del 1829. L’Orchestra sarà impegnata anche con l’“Adagietto” dalla Sinfonia n. 5, una delle pagine più celebri di Gustav Mahler, che venne utilizzata anche per la colonna sonora della pellicola Morte a Venezia del 1971 di Luchino Visconti.

Il Coro Giovanile interpreterà invece tre canti della tradizione ebraica, nella versione orchestrata e arrangiata da Corvino, Ma navu, Hava nagila e Gam Gam; quest’ultimo insegnato ai bambini dalle maestre ebree durante le deportazioni.

In programma anche la prima esecuzione italiana del Concerto da camera per oboe e archi op. 146 di Mario Castelnuovo-Tedesco, di cui la prima versione risale al 1950, ma del quale furono realizzate anche successive edizioni sino al 1968, anno della morte dall’autore. Solista il Primo Oboe del Teatro Comunale Paolo Grazia.

Interpreti sul palco anche i cantanti della Scuola dell’Opera del TCBO: il soprano Melissa D’ottavi protagonista nel lied di Marietta “Glück, das mir verblieb” tratto dall’opera in tre atti Die Tote Stadt (“La città morta”) di Korngold; il mezzosoprano Benedetta Mazzetto che eseguirà Youkali – nella versione orchestrata e arrangiata da Corvino – un tango-habanera che Weill scrisse per la pièce teatrale Marie Galante durante il suo periodo di esilio a Parigi prima di arrivare negli Stati Uniti; si prosegue infine con il baritono Janusz Nosek che interpreterà “Ich bin der Welt abhanden gekommen” tratto dai Rückert-Lieder per voce e orchestra su testi del poeta tardo-romantico Friedrich Rückert e composti da Mahler agli inizi del ’900, durante il suo soggiorno bucolico in Carinzia.

Il concerto è a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria. Per informazioni: https://www.tcbo.it/eventi/concerto-della-memoria-2022/