MAMbo presenta Lotus Eater (Lucy & Rrose) – Live – [Stroboscopic Artefacts] Rhyw – Dj Set

0
374

In occasione dell’inaugurazione della mostra personale di Julian Charrière All We Ever Wanted Was Everything and Everywhere, a cura di Lorenzo Balbi, che inaugura sabato 8 giugno 2019alle h 20.00, il MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna ha il piacere di presentare un evento speciale a partire dalle h 22.00: il live di Lotus Eater + dj set di Rhyw.
Gli artisti saranno ospitati sul palco del Parco del Cavaticcio, adiacente al museo, grazie alla collaborazione con Biografilm Festival International Celebration of Lives e al supporto tecnico di Locomotiv Club.
L’ingresso è libero.

Lotus Eater
Lucy (di base a Berlino) e Rrose (di base a Londra), ora uniti sotto il moniker Lotus Eater, si sono affermati singolarmente come artisti techno che operano nell’area inesplorata della musica sperimentale. Attraverso la gestione delle proprie etichette (rispettivamente Stroboscopic Artefacts ed Eaux), hanno ottenuto un seguito cult, influenzando e sfidando la direzione della techno. La loro prima collaborazione ha assunto la forma di remix reciproci. Lucy ha remixato Rrose, riprendendo il suo classico classico “Waterfall” mentre Rrose ha remixato “Dadub” per Stroboscopic Artefacts, e poco dopo ha contribuito con un EP esteso come parte della serie Monad di SA. Alla fine, l’idea di lavorare insieme è diventata inevitabile.
Sono poi seguite diverse intense sessioni nello studio di Lucy a Berlino, in cui è stato utilizzato principalmente l’hardware analogico. Queste sessioni hanno dato vita a un nuovo progetto, a partire da due EP firmati Lucy e Rrose, chiamati “The Lotus Eaters” (SA) e “The Lotus Eaters II” (Eaux). Con l’album “Desatura”, la prima versione firmata con il nome del progetto The Lotus Eaters, il loro lavoro comune viene ulteriormente perfezionato, diventando anche un live act che ha debuttato nel 2018 al festival ADE di Amsterdam.

Lucy (nata Luca Mortellaro) è uno dei più eminenti avventurieri sonici del suo tempo. Non legato alle pre-concezioni convenzionali di ciò che un musicista elettronico, produttore o DJ deve essere, Lucy ha evoluto la sua distintiva firma sonora riconciliando il profondamente personale con l’esoterico e armonizzando le sfere della tecnologia e della biologia. In tal modo, è diventato un artista raro, per la sua capacità di compiacere il pubblico e allo stesso tempo di introdurlo a elementi a cui non è ancora abituato, spingendolo così fuori dalla loro comfort zone. Sia che reciti nei panni di produttore, DJ, performer o curatore di  Stroboscopic Artefacts, la chiara passione di Lucy per l’evoluzione e la mutazione creativa è qualcosa che continua ad attrarre nuovi ascoltatori e a fornire ai suoi attuali sostenitori nuove ragioni per continuare a sintonizzarsi.
Rrose è nato nel 1969 e morto nel 1909. Dopo l’uscita di tre EP e un album sull’etichetta Sandwell District nel 2011 e il lancio della sua impronta Eaux nel 2012, produzioni su Further Records, Stroboscopic Artifacts, Infrastructure New York e Khemia Records – incluse collaborazioni con Bob Ostertag, Charlemagne Palestine, Lucy e altri – Rrose si è saldamente affermato nella techno underground mondiale pur rimanendo ugualmente radicato nelle comunità artistiche sperimentali e d’avanguardia. Le sue tracce incorporano idee di drone precoce e musica minimalista in modo prominente come fanno la storia della musica dance. Sia come DJ, live performer o produttore, Rrose crea ecosistemi sonori con pazienza e attenzione ai dettagli, permettendo alla musica di svolgersi gradualmente mentre si scava in recessi profondi e inesplorati della mente e del corpo.
https://stroboscopicartefacts.com/

Rhyw
Artista di base a Berlino noto anche come una metà del duo Cassegrain, Rhyw si è fatto notare per una serie di dischi che rappresentano il meglio della techno contemporanea. Il suo lavoro evidenzia l’orecchio acuto del produttore nell’estrapolare la melodia da elementi potenzialmente disarmonici. Il suo lavoro mette in mostra il l’orecchio acuto del produttore per estrarre la melodia da elementi potenzialmente disarmonici con alcuni stile considerevole. Co-gestisce le etichette Arcing Seas con Magna Pia, il suo partner in Cassegrain, e Fever AM con Mor Elian. Con il suo secondo EP per Avian appena pubblicato – “Cave Walls (Part Two)” – continua a estrarre la produzione di un’estetica unica.
https://soundcloud.com/rhyw