Portici e Città creativa Unesco, la Giunta approva un progetto integrato di valorizzazione turistica per accedere a 1 milione e 900 mila euro di fondi del Ministero del Turismo

0
186
Typical porch on the streets of Bologna

I portici di Bologna come dei palchi naturali, delle quinte sceniche aperte ad accogliere occasioni di incontro e conoscenza in cui liberare la creatività. Questa l’idea alla base del progetto “Open: Palco aperto. I portici di Bologna come palcoscenico a cielo aperto per l’espressione e la valorizzazione turistico- culturale della città”, approvato dalla Giunta per concorrere all’avviso del Ministero del Turismo rivolto ai Comuni che hanno avuto riconoscimenti Unesco. Per Bologna sono finanziabili a fondo perduto complessivamente 1 milione e 900 mila euro, dei quali 1.634.120,45 per il sito Unesco I portici di Bologna e 272.557,47 euro in quanto Città creativa della Musica. Il progetto Open unisce in un’unica proposta progettuale la componente turistica, culturale e sociale, integrando così le due linee di finanziamento.
L’obiettivo del progetto è potenziare l’attrattività turistica del sito Unesco, mettendo in campo degli interventi integrati per: rafforzare il sistema informativo e promozionale, potenziare la comunicazione online – offline e il marketing territoriale, sviluppare itinerari turistici migliorando anche la riconoscibilità del patrimonio Unesco, organizzare iniziative creative e culturali di carattere internazionale.
Tra le linee principali d’intervento, che coinvolgeranno l’ufficio Portici, i settori Cultura e creatività e Turismo, Bologna Welcome e il settore Innovazione digitale, si prevedono: il potenziamento e il restyling del sito-web che diventerà il portale dei portici di Bologna, sia per la comunicazione con Unesco che per la promozione; l’attivazione di un sistema di rilevazione dei carichi antropici dei tratti di portico per consentire una migliore programmazione; il rafforzamento dell’offerta turistica con itinerari e prodotti turistici dedicati; l’incremento dell’attrattività dei luoghi attraverso eventi culturali, attività di promozione internazionale e di comunicazione. In particolare, sarà finanziata per gli anni 2023 e 2024 l’organizzazione del Festival dei Portici, pensato come evento internazionale in ambito musicale e performativo, con una serie di produzioni locali che vedranno il coinvolgimento dei cittadini attraverso spettacoli site specific e iniziative itineranti.
Sul fronte degli itinerari turistici, sarà creata una linea di trasporto per collegare i 12 tratti di portico Unesco e pacchetti di tour gratuiti legati al sito per aumentare la permanenza dei turisti in città. Inoltre, i portici saranno resi maggiormente leggibili con un sistema di targhe multilingua dotate di QR-code da connettere al sito per consentire ai visitatori di tracciare il proprio itinerario.

Ad un anno dall’iscrizione del sito nel Patrimonio mondiale Unesco, il 28 luglio 2021, prosegue così l’attività di promozione e valorizzazione dei Portici di Bologna. Per celebrare l’anniversario, domani giovedì 28 luglio alle 21.45, Sotto le stelle del cinema apre la serata in piazza Maggiore con la proiezione del mini doc dedicato ai Portici Patrimonio Unesco. Rai Cultura in collaborazione con il Ministero della Cultura, ha realizzato dei documentari documentari per raccontare la bellezza di ciascuno dei 58 siti del Patrimonio Mondiale dell’Unesco presenti in Italia. A introdurre il mini doc sui Portici sul palco interverrà l’autore del progetto Eugenio Farioli Vecchioli.