Prenotazioni aperte dal 1 ottobre per “L’inferno dello sguardo”, atto performativo di Luca Scarlini, Moe Yoshida, Luca Veggetti, Paolo Aralla

0
23

Aprono il primo ottobre le prenotazioni per L’inferno dello sguardo. Dal mondo umano e animale di Maurice Maeterlinck, atto performativo di Luca Scarlini, Moe Yoshida, Luca Veggetti, Paolo Aralla. che si terrà nella Project Room del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna giovedì 10 ottobre 2019 alle ore 19,30, con ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.
Prenotazione obbligatoria telefonando allo 051 6496611.

Il progetto propone una nuova forma di espressione che, attraverso una struttura spazio temporale costruita da un performer/narratore, alcune marionette a bastone azionate da una danzatrice e una complessa rete di relazioni tra luce, suono, gesto, musica, movimenti e parole, esplora una dimensione dilatata da cui far emergere un’identità virtuale.
L’asse tematico è quello dell’universo teatrale e poetico di Maurice Maeterlinck, profetico maestro del simbolismo, che ha esercitato un’importante influenza sul teatro del Novecento.
Partendo da uno dei capolavori teatrali dell’autore fiammingo, I Ciechi, intessuto di rimandi alla pittura di Brueghel e alla mistica negativa di Ruysbroeck l’ammirevole, il progetto ne esplora i riflessi sui suoi saggi dedicati alla natura, mirando ad esprimere i temi e i motivi che li accomunano: la relazione tra uomo e natura, tra spirito e carne, tra vita e morte, tentando di afferrare o immaginare la capacità di percepire il mistero che l’uomo ha progressivamente perso, quella visione-volontà dell’universo che Maeterlinck provava ad avvicinare attraverso le sue osservazioni sui fenomeni naturali.