SILENT BOOK: dal Distretto di San Lazzaro un progetto per i libri silenziosi

0
306

Al via il progetto di formazione del Distretto culturale di San Lazzaro per
promuovere la lettura e la diffusione dei Silent Book. Sono libri “silenziosi”,
ma lanciano un messaggio forte e chiaro: a volte non servono
libri pieni di parole per diventare lettori. Per questo esistono i Silent Book, sui quali
il Distretto Cultura di San Lazzaro di Savena ha lanciato un progetto di
formazione per operatori e volontari.
L’obiettivo è quello di promuovere e valorizzare il patrimonio librario delle
biblioteche del territorio, diffondendo la cultura della lettura tra tutti i cittadini. I
Silent Book, infatti, sono considerati come uno “strumento di democrazia”, perché
propongono un approccio aperto e orizzontale alla lettura, in cui ogni immagine
favorisce la libera espressione del dialogo e dei reciproci punti di vista. Non solo: i
Silent Book sono anche un valido strumento di inclusione, permettendo di “mettere
alla pari” la partecipazione alla lettura di tutti i bambini, indipendentemente dalla loro
abilità con la lingua italiana. Si tratta dunque di un patrimonio strategico per le
biblioteche e per gli insegnanti, acquistato tramite un bando regionale, che potrà
essere usato in vari contesti didattici, di scambio e di integrazioni.
Per questo i Comuni del Distretto Cultura di San Lazzaro hanno lanciato un progetto
per formare operatori e volontari alla “lettura silenziosa”. Si tratta di un percorso
di formazione aperto a tutti, insegnanti, bibliotecari e volontari, per trasmettere loro
le tecniche di narrazione e dialogo necessarie per usare al meglio questi strumenti
innovativi.
Il percorso comprende tre giornate di formazione per i bibliotecari del Distretto,
attualmente in corso, e un convegno per insegnanti e volontari dal titolo “Le
parole per dirlo: sguardi attenti e voci narranti”, a cura della Cooperativa
Culturale Giannino Stoppani, che si terrà il 16 marzo, dalle 9 alle 13, alla Mediateca
di San Lazzaro.
E’ possibile candidarsi compilando il modulo di partecipazione, disponibile sui siti
istituzionali dei 6 Comuni del Distretto (San Lazzaro, Ozzano, Pianoro, Castenaso,
Monghidoro, Monterenzio), e inviando la domanda di partecipazione a
mediateca@comune.sanlazzaro.bo.it entro il 16 febbraio.