“Sulla via della seta. Musiche migranti tra Oriente ed Occidente” al Museo della Musica

0
157

Venerdì 22 febbraio alle ore 18.30 presso Museo della Musica – Strada Maggiore 34
nell’ambito della rassegna Wunderkammer. Il museo delle meraviglie
“Sulla via della seta. Musiche migranti tra Oriente ed Occidente”
Per il ciclo “Musae migrantes”, concerto del Pejman Tadayon Ensemble: Pejman Tadayon oud, ney, canto; Barbara Eramo canto e percussioni; Luigi Polsini, viola da gamba e viella; Massimiliano Barbaliscia, santur.
Nell’ambito di “Terre promesse. Migrazioni e appartenenze”, festival promosso da Specialmente in biblioteca – rete delle biblioteche specializzate di Bologna.
Pejman Tadayon, musicista e compositore persiano, uno dei più importanti esponenti di musica persiana e sufi in italia, porta in scena un progetto musicale che mette in rapporto le radici comuni tra la musica arabo-persiana e quella medievale italiana ed europea.
Al centro del programma un ricco ed inconsueto repertorio che racconta l’incontro e le relazioni tra popoli e viaggiatori attraverso le vie della seta e della storia, indagando le radici comuni e i legami sorprendenti tra la tradizione musicale occidentale e orientale e tra musica colta e popolare: dai canti sufi, persiani e arabi dell’età classica alla musica mediterranea, dai canti della tradizione medievale dei pellegrinaggi europei a quella sefardita ed arabo-andalusa. Un repertorio che approfondisce e racconta l’incontro e le relazioni tra popoli: le melodie viaggiavano, gli strumenti viaggiavano, i ritmi viaggiavano.
È possibile prenotare i biglietti su www.museibologna.it/musica.
Ingresso: gratuito fino ad esaurimento posti
Info: www.museibologna.it/musica