UNA GRANDE FESTA POPOLARE IN PIAZZA MAGGIORE, IN 25.000 HANNO ASPETTATO IL 2019 NEL CUORE DI BOLOGNA

0
92

Più di 25.000 persone, compresi i diecimila di Piazza Maggiore, hanno aspettato nel cuore della città l’arrivo del 2019 partecipando a una grande festa collettiva e ballando insieme con la musica selezionata da un gruppo di storici DJ bolognesi. Allo scoccare della mezzanotte, il nuovo anno è stato celebrato con le note de “L’anno che verrà” di Lucio Dalla e con il tradizionale rogo del Vecchione.
“E’ stata una grande festa popolare – dice l’assessore comunale alla cultura e alla promozione della città, Matteo Lepore – al di sopra delle nostre aspettative, per l’anno che verrà questa è la strada da seguire. Ringrazio tutte le persone che hanno contribuito alla riuscita di tutto il programma e della serata di ieri in Piazza Maggiore: gli uffici comunali, le forze dell’ordine, la Polizia Locale, il personale sanitario e di pronto soccorso, gli organizzatori, tutti abbiamo lavorato insieme e in modo efficace. Soprattutto ringrazio la nostra città e le cittadine e i cittadini che hanno partecipato alla nostra festa”.
Oggi il gran finale di Dancin’Bo, che nei primi tre giorni di programma (28, 29 e 30 dicembre) ha conquistato 25.000 spettatori nei diversi appuntamenti organizzati in città. Oggi dalle 12.30, in Piazza Maggiore, va in scena una Festa della Danza che ospiterà dal valzer viennese al boogie woogie, dal flamenco al country, passando per Bollywood e l’hip hop, fino all’intramontabile liscio alla filuzzi, cui si aggiungono le danze del Vietnam, dell’Algeria, del Perù, dell’Egitto, del Brasile delle Filippine, della Romania. In apertura l’omaggio a Lucio Dalla verrà danzato sul Sagrato della Basilica di San Petronio. Nel pomeriggio la festa proseguirà a Palazzo Re Enzo, con il Gran Ballo Ottocentesco, a cura della Società di Danza diretta dal Maestro Fabio Mollica, per terminare con un gran finale collettivo che si svolgerà dalle 17 alle 20 al Circolo Arci Benassi di viale Cavina 4