CALCIO – Pazzo Bologna, De Silvestri e Arnautovic rimontano la Salernitana

0
307
nella foto, la gioia incontenibile di Lorenzo De Silvestri, autore di un'insolita doppietta contro la Salernitana

Il solito Bologna, vietato ai deboli di cuore.

Anno nuovo, vita vecchia all’ombra delle Due Torri. Al termine di uno dei tanti pomeriggi trascorsi sulle montagne russe, tra alti e bassi difficili da decifrare, la banda di Mihajlovic riesce ad avere la meglio su una Salernitana tonica e battagliera. Per due volte in svantaggio, il Bologna rimonta grazie al primo goal in Serie A di Marko Arnautovic e alla clamorosa doppietta di Lollo De Silvestri. Professione terzino, goleador a tempo perso: ai rossoblù va benissimo così. Tante le difficoltà e tantissimi i nodi irrisolti, ma alla fine di questo assurdo pomeriggio Sinisa può riservare l’ultimo filo di voce ad un grande classico: buona la prima.

Dimenticare l’umilante cacciata dalla Coppa Italia per mano della Ternana è l’obiettivo primario dell’esordio rossoblù in campionato. Nel mirino c’è naturalmente la vittoria, che consentirebbe una partenza col piede giusto davanti a Joey Saputo e al ritrovato pubblico del Dall’Ara (quasi 10mila i presenti, dotati di green pass). Di fronte, una Salernitana decisa a brindare al ritorno in Serie A dopo 22 anni di assenza. Sinisa si affida ad Arnautovic unica punta, con folta batteria di rifinitori alle sue spalle: a destra Orsolini, a sinistra Barrow e sulla trequarti capitan Soriano. Dominguez la spunta su Svanberg a centrocampo, dietro come da anticipazione della vigilia tocca a Medel affiancare Bonifazi (esclusione per Soumaoro). Castori porta invece in panchina l’ultimo arrivato Simy e conferma il solito 3-5-2: Djuric e Bonazzoli formano il tandem offensivo, Kechrida e Ruggeri presidiano le fasce. Molto studio e poca scioltezza in avvio su entrambe le sponde, il match si sviluppa secondo copione. Pallino di gioco in mano al Bologna, Salernitana compatta e bassa ma pronta a scatenarsi in contropiede. Prima parte a dir poco soporifera, a svegliare i presenti dal torpore pensa Bonazzoli su punizione: Skorupski risponde con attenzione alla traiettoria avvelenata dalla deviazione di De Silvestri. Rossoblù compassati, evidentemente le scorie della Coppa Italia continuano a farsi sentire. E’ allora il classico episodio a fornire un prezioso assist alla banda di Mihajlovic: Strandberg becca due gialli sacrosanti nel giro di un minuto e finisce sotto la doccia poco dopo la mezzora, lasciando la Salernitana in dieci. Il Bologna ringrazia ma si vede costretto dagli eventi ad alzare i giri del motore. Una sola, vera chance per Medel e compagni. La costruisce il pimpante Arnautovic da un angolo morto dell’area di rigore: assist col contagiri sulla testa di Dominguez, che colpisce in arretramento e non trova la porta per questione di centimetri.

Castori si prepara a una ripresa votata alla strenua resistenza del fortino davanti a Belec, ma improvvisamente dietro una curva sotto gli occhi dei campani si spalanca l’autostrada del vantaggio: su corner Soriano centra in pieno volto Djuric con una gomitata, il sig.Rapuano assegna il rigore dopo consulto VAR. Non solo: per il capitano del Bologna -già ammonito- scatta l’espulsione, ristabilita dunque la parità numerica. Dal dischetto va con sicurezza Bonazzoli, uomo del momento dopo la doppietta in Coppa Italia alla Reggina: palla da una parte, Skorupski dall’altra e sotto l’affollatissimo settore ospiti è festa grande. Bologna sotto shock, Mihajlovic passa alla difesa a tre con il doppio ingresso di Sansone e Vignato (fuori un impalpabile Barrow e Hickey). A ripescare i rossoblù dal baratro provvede allora De Silvestri: incornata perfetta su angolo di Sansone, Belec respinge quando il pallone ha varcato del tutto la linea di porta. Bologna di nuovo in partita e rinfrancato dal ruggito del Dall’Ara, cambia ancora l’inerzia della gara. Vignato sale in cattedra con un gran invito in verticale per Arnautovic, che stoppa e calcia in un fazzoletto; Belec si ritrova il pallone addosso senza nemmeno sapere come. Castori sgancia il gioiello Simy per Djuric, la Salernitana si riorganizza e al primo affondo rimette la testa avanti. Troppo leggera come da prassi cronica la retroguardia rossoblù sul contropiede orchestrato da Ruggeri a sinistra, Mamadou Coulibaly prima costringe Skorupski alla parata e poi indovina un angolo impossibile con un gran sinistro a giro. Il Bologna torna a sdraiarsi sul lettino dello psicanalista e chiede aiuto. Tocca al totem, ora più che mai. Detto, fatto. Palla a Marko Arnautovic, che si libera con mestiere della guardia di Jaroszynski e trafigge Belec con un perfido rasoterra. Due goal in altrettante gare ufficiali con la maglia rossoblù per il centravanti austriaco, già calato nella parte di trascinatore della truppa. La partita ripiomba in quell’equilibrio precario che l’ha contraddistinta per tutto il secondo tempo ma non ha fatto i conti con il tempismo di De Silvestri negli inserimenti aerei: ennesimo angolo rossoblù, stavolta calciato da Orsolini, e capocciata da manuale per il terzino ex Lazio e Torino. Sì, avete capito bene: doppietta per il buon vecchio Lollo, con tanto di esultanza scatenata sotto la curva Bulgarelli. Finita qui? No, al festival delle emozioni manca giusto il secondo rosso di giornata in casa rossoblù. Destinatario Schouten, causa entrata in netto ritardo su Coulibaly. Il regista olandese non ci sarà a Bergamo, al pari di Soriano. Ma oggi più che mai conta altro, in coda a questo pazzo debutto. Conta il risultato, contano i punti: ne arrivano tre. Missione compiuta.

 

Di seguito, le pagelle della gara.

BOLOGNA (4-2-3-1, dal 56′ 3-4-2)

Skorupski 6; De Silvestri 8, Medel 6.5, Bonifazi 5.5, Hickey 6 (56′ Vignato 6.5); Schouten 5.5, Dominguez 6 (85′ Svanberg s.v.); Orsolini 6 (85′ Skov Olsen s.v.), Soriano 5, Barrow 5 (56′ Sansone 6.5); Arnautovic 7.5 (85′ Van Hooijdonk s.v.).  all.: Mihajlovic 6.5

 

SALERNITANA (3-5-2, dal 34′ 4-3-1-1)

Belec 6; Gyomber 6, Strandberg 5, Jaroszynski 5 (82′ Schiavone s.v.); Kechrida 6 (75′ Zortea 5.5), M.Coulibaly 7, Capezzi 6 (82′ Obi s.v.), L.Coulibaly 5.5 (75′ Bogdan 5.5), Ruggeri 6; Djuric 6.5 (64′ Simy 5), Bonazzoli 6.5.  all.: Castori 6

 

BOLOGNA-SALERNITANA 3-2 (52′ Bonazzoli rig., 59′ De Silvestri, 70′ M.Coulibaly, 75′ Arnautovic, 77′ De Silvestri)