THE LIBERATION PROJECT AL BOAFRIQUE

0
32

Sabato 20 luglio per l’ultima serata del BoAfrique, la mini rassegna dedicata all’Africa nato dalla collaborazione tra Estragon Club e CEFA Onlus, salirà sul palco del giardino di via Filippo Re The Liberation Project, il collettivo composto da una core band di 7 musicisti del Sudafrica a cui si aggiungono di volta in volta musicisti provenienti da diversi paesi (per i concerti in Italia, Cisco Bellotti, Roberto Formignani e altri). Presenti anche Phil Manzanera (Roxy Music / Pink Floyd) e N’Faly Kouyate (afro-celt sound system / Peter Gabriel).

Il gruppo è considerato rappresentante del Sudafrica, portatore di un messaggio positivo di speranza, riconciliazione e celebrazione. Non a caso il tour è chiamato “Friendship and Solidarity Tour” e ha il pieno appoggio del Dipartimento di Arte e Cultura e il sostegno del Governo sudafricano.

Ideatore di questo progetto è Dan Chiorboli, nato in Italia e cresciuto in Sudafrica durante l’era dell’apartheid. L’idea è emersa dalla sua visita nella sua città natale, Ferrara, analizzando il ruolo della sua famiglia nella resistenza partigiana. La sua passione per la musica e per entrambi i paesi ha portato a un forte desiderio di collaborare con artisti sudafricani e italiani (in particolare Roberto Formignani) per la produzione di un album che potesse rappresentare la liberazione. Il concept ha preso forma quando Dan ha lanciato l’idea ad un amico di lunga data, il compositore sudafricano pluripremiato Neill Solomon. Espandendo ulteriormente i punti in comune sul tema della liberazione e l’amore per la musica cubana, Dan poi coinvolto il chitarrista dei Roxy Music Phil Manzanera, già co-produttore dei Pink Floyd. Con l’evolversi del progetto, anche il leader della band cubana Juan De Marcos, l’icona musicale del leggendario Buena Vista Social Club e Afro-Cuban All Stars, ha aggiunto idee artistiche e contribuito con due canzoni al CD. Sia Phil che Juan sono cresciuti a Cuba e hanno trascorso l’infanzia durante la rivoluzione cubana di Fidel Castro, condividendo perciò gli ideali di libertà e liberazione.

L’interesse mostrato dalla rete di amici musicali del produttore, ha fatto sì che il concept crescesse a tal punto che dall’idea originaria di un singolo CD si arrivasse a un triplo CD (canzoni di Liberazione del Sud Africa, dell’Italia e di Cuba). Dopo diciotto mesi di lavoro, il triplo set di CD del The Liberation Project intitolato Songs That Made Us Free (Sud Africa – Italia – Cuba) è stato pubblicato a livello internazionale a Johannesburg il 3 ottobre: comprende 37 canzoni e presenta 142 musicisti provenienti da 18 paesi diversi.

Il live set del gruppo, che vedremo anche al BoAfrique sabato 20 luglio, include canzoni dal triplo CD di The Liberation Project e si concentra su stili sudafricani, italiani e cubani. Il concerto è una fusione di musica rock e world, è up-tempo, emotivo e pieno di grande musicalità. Ospite straordinario della serata sarà l’ambasciatore del Sudafrica, Shirish Soni.

Il concerto avrà inizio alle ore 21,30.

Durante il BoAfrique sarà possibile devolvere al progetto CEFA “Thamani- Value not waste” la cauzione di 1 euro per i bicchieri riciclabili in policarbonato in uso al BOtanique.

CEFA Onlus sarà presente con un proprio spazio dove verranno proposti prodotti solidali tra cui i bracciali creati con la plastica riciclata dalle donne della Tanzania. Sarà possibile inoltre partecipare alla lotteria solidale per vincere due biglietti per il concerto del Grupo Company Segundo de Buena Vista Social Club, in programma il 25 luglio al BOtanique.

I Giardini di via Filippo Re, completamente “Plastic free”, apriranno come sempre alle ore 20 con l’area relax, stand gastronomici, il bar con birre artigianali e cocktail.

L’ingresso è a offerta libera a sostegno delle donne della Tanzania coinvolte nel progetto “Thamani- Value notwaste”.

BOtanique 10.0 fa parte di Bologna Estate 2019, il cartellone di attività promosse e coordinate dal Comune di Bologna, e proseguirà fino al 27 luglio.

Per info e aggiornamenti: http://www.botanique.it e https://www.facebook.com/BOtaniqueFestival