Get Adobe Flash player

 

Stalin + Bianca", opera di Jacopo Barison tratta del viaggio di due ragazzi attraverso la metropoli fino alla capitale e ritorno.

Stalin è il protagonista principale del romanzo: è un ragazzo con una serie di problematiche non risolte, il rapporto col patrigno, il rapporto con sostanze stupefacenti, il rapporto con coetanei e la sua "non relazione" con Bianca. Bianca, amica fraterna di Stalin, non vedente, ma punto di riferimento per l'amico.

Dopo una reazione piuttosto violenta Stalin decide di mollare tutto e scappa. Porta con sè Bianca che lo accompagna e rimane al suo fianco, sempre.

Viaggiano attraverso una metropoli inospitale che Barison descrive come città decadente. In alcuni momenti ricorda quasi la metropoli piovosa e apatica di "Blade Runner". L'autore è molto abile nel narrare le vicende dei ragazzi e alternarle con racconti che derivano dal loro passato, soprattutto il passato di Stalin.

La videocamera è l'appendice di Stalin: è fedele compagna del ragazzo: registra il suo viaggio, che rappresenta la metafora del percorso interiore che sta tentando di compiere.

E' un romanzo di ottima qualità dove Barison mette in luce la sua abilità di esploratore dell'anima. Indubbiamenete da leggere, fa riflettere

recensione Stefania Chiarioni (“Tra le dita”)

Share

Cerchi un articolo?
Inserisci una parola chiave.
Risultato a fondo pagina.

 

QUIBOLOGNA.TV

CONTATORE

 VISITE TOTALI: 4.399.044 dal 1.1.17   record contatti 5 giugno 2016: 81.433 media 2016: 55.119