Casseforti, armadi, documenti scovati durante l’addestramento dell’Unità Cinofila in un’area verde tra via Stalingrado e via Nuvolari

0
27

Tre casseforti scassinate, un armadio blindato, un cassetto di un registratore di cassa e una cassettiera da ufficio: sono alcuni degli oggetti ritrovati ieri pomeriggio dall’Unità Cinofila del reparto Sicurezza
della Polizia Locale di Bologna in un’area verde tra via Stalingrado e via Tazio Nuvolari, durante una sessione di addestramento dei due nuovi cani-agenti Grey e Ares. Dalla documentazione ancora presente all’interno delle casseforti e da altra sparsa poco lontano insieme a numerose monete, è stato possibile collegare il ritrovamento degli oggetti ai furti commessi nel mese di settembre ai danni di una farmacia, di una ditta e di una casa di riposo di Bologna, il tutto per ingenti somme di denaro. Non solo, gli agenti hanno rinvenuto anche i probabili oggetti utilizzati dai malviventi per commettere i furti: una valigia contenente una chiave a brugola e una esagonale, un generatore di corrente, due mazze e un piccone. Ogni elemento rinvenuto è stato sottoposto a sequestro penale insieme all’area e messo successivamente a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.