Edifici scolastici, lavori in corso in vista di settembre. Il punto sulle nuove scuole

0
63

La cura e la manutenzione degli edifici scolastici del Comune di Bologna prevede anche per questa estate un programma di lavori da eseguire in vista dell’apertura di settembre. Prosegue poi il lavoro della struttura comunale sui grandi progetti di nuovi plessi scolastici, un programma impegnativo sotto il profilo progettuale e di investimento economico. “Abbiamo sempre dato grande attenzione all’edilizia scolastica e questi lavori, dai più piccoli ai più grandi, lo testimoniano – afferma il sindaco Virginio Merola -. Dalla riqualificazione energetica ai bagni nuovi, dagli adeguamenti antisismici a quelli per dotare gli edifici scolastici dei certificati di prevenzione incendi e fino alla costruzione di nuovi plessi:  la scuola è stata al centro della nostra azione amministrativa e questo impegno darà buoni frutti, nell’anno scolastico che si avvia e per il futuro”.

Cura e manutenzione
Dopo i numerosi interventi dell’anno scorso per ricavare aule più grandi nel rispetto delle misure imposte dalla pandemia, resta un solo spazio da migliorare per le norme anti Covid: si tratta della divisione della palestra delle scuole Fortuzzi in due aule, un lavoro da 30.000 euro che sarà concluso a settembre.

Sono invece 17 gli edifici che verranno completamente ritinteggiati entro la fine di agosto, a costo zero per l’Amministrazione perché si tratta di un lavoro previsto nell’offerta migliorativa del contratto global. Imbianchini al lavoro nei nidi Alvisi, Lunetta Gamberini, Martini, San Donato, Alpi, Trottola; nelle materne Presi, Gallon, Mazzini, Baroncini, Rocca; al centro per bambini e famiglie Il focolare; negli istituti comprensivi 13 (Tambroni), 8 (Bombicci), 20 (Carducci), 11 (Garibaldi), 17 (Guidi e Gandino).

I principali interventi in corso e in programma a breve riguardano 15 edifici scolastici nei quali sono stati pianificati lavori per un totale di più di 6,3 milioni di euro. Eccoli:

  • Miglioramento sismico della scuola secondaria di primo grado Lavinia Fontana di via D’Azeglio (1,2 milioni di euro, i lavori si concluderanno a fine agosto).
  • Nuovi infissi, cappotto termico e adeguamento alla normativa per la prevenzione di incendi nella scuola d’infanzia Rocca al quartiere San Donato-San Vitale, un pacchetto di lavori molto consistente che finirà a dicembre e che vale un milione di euro.
  • I primi di settembre si concluderanno i lavori in corso alla scuola primaria Carducci di via Dante per l’adeguamento alla prevenzione incendi (635.000 euro).
  • L’edificio che ospita le scuole medie di via Populonia al quartiere Savena, da maggio è sotto i ferri per una serie di interventi che oltre alla prevenzione incendi comprende anche manutenzione straordinaria per il rifacimento dei bagni e delle docce della palestra Farini, dove verranno anche eliminate le barriere architettoniche. Il cantiere si concluderà a settembre (500.000 euro).
  • Sempre in via Populonia, alla primaria Don Marella, oltre all’adeguamento normativo per la prevenzione incendi, sono in corso i lavori di rifacimento di bagni e docce della palestra (500.000 euro). Finiranno a settembre.
  • Alle scuole Gandino-Guidi, lato via Calori, si stanno sostituendo gli infissi (500.000 euro, conclusione lavori a fine settembre).
  • Con 500.000 euro di risorse, tra luglio e agosto inizieranno i lavori su impianti e uscite di sicurezza negli stabili che ospitano le scuole Manzolini, Monterumici De Andrè, Marsili e Zanotti.
  • Alle Testoni Fioravanti di via Di Vincenzo, zona Bolognina, inizia a fine luglio il cantiere per la riparazione e il consolidamento dei solai di copertura, lavori per 310.000 euro che si concluderanno a novembre.
  • Riguardano l’efficientamento energetico i lavori che da fine agosto riguarderanno il nido Vestri (infissi) e le scuole d’infanzia Follereau (infissi) e Panzini (illuminazione a led). Il valore di questo intervento è di 250.000 euro.
  • Entro fine agosto si completerà il rifacimento del nido Roselle con un finanziamento di 130.000 euro della Protezione Civile.
  • Il nido Roselle avrà anche una nuova centrale termica, mentre le materne Ciari avranno nuovi infissi: in tutto lavori per 250.000 euro, si comincia a fine agosto.
  • Alle scuole Zucchelli del quartiere Navile a settembre inizieranno gli interventi di mitigazione acustica finanziati dalla Società Aeroporto Bologna con 200.000 euro.
  • Le scuole Manzini avranno nuovi servizi igienici e saranno completamente ritinteggiate, il tutto entro settembre con un investimento di 200.000 euro.
  • Si stanno già concludendo i lavori di rifacimento della pavimentazione esterna della palestra Corticella e di sostituzione dei termosifoni alle scuole San Domenico Savio (100.000 euro).
  • Nel mese di agosto saranno messe in sicurezza la scala e l’area esterna della scuola Cremonini Ongaro (70.000 euro).

Il punto sulle nuove scuole

La costruzione di nuove scuole e nuovi plessi è uno degli obiettivi più importanti del mandato amministrativo. I principali progetti sui quali la struttura comunale è al lavoro sono 9.

  • Nuovo polo scolastico Dozza (Borgo Panigale-Reno): è in corso la preparazione della gara per affidare la progettazione, prevista entro la fine del 2021 con aggiudicazione all’inizio del 2022. L’intervento è previsto nel 2022 per un importo di 9 milioni.
  • Nuovo polo scolastico Besta (San Donato-San Vitale): anche per questo intervento (previsto nel 2022 per 9 milioni di euro) un concorso di progettazione. Il bando di gara uscirà all’inizio del 2022.
  • Nuovo polo Federzoni (scuola dell’infanzia e scuola primaria, Navile): il valore di questo intervento è di 8,3 milioni, l’approvazione del progetto esecutivo è prevista a ottobre 2021, la gara d’appalto alla fine del 2021.
  • Scuola primaria e secondaria di primo grado Carracci (Porto-Saragozza): il progetto esecutivo della ricostruzione dell’edificio è stato approvato, ora la gara è in fase di apertura delle offerte tecniche e l’avvio dei lavori, per un importo di 7 milioni di euro, è previsto entro l’anno.
  • Nuovo polo scolastico Tempesta (scuola dell’infanzia e scuola primaria, via Martelli, San Donato-San Vitale): qui i lavori sono stati avviati e sono ora nella fase di esecuzione della bonifica bellica. Le nuove scuole vedranno la luce a luglio 2023, con un finanziamento totale di 3,8 milioni di euro, di cui 2,2 milioni di risorse proprie del Comune di Bologna.
  • Scuole Rita Levi Montalcini (secondaria di primo grado in via Lombardia, quartiere Savena): il nuovo edificio sarà finito entro il 2021, si sono conclusi i lavori strutturali e sono in corso quelli su impianti e finiture. Le risorse sono del Comune e ammontano a 3,5 milioni di euro.
  • Nuovo nido Parco Grosso: entro settembre verrà approvato il progetto preliminare del complesso che nascerà al quartiere Navile (2,7 milioni di euro). Sarà realizzato tramite project financing.
  • Scuola secondaria di primo grado Volta: il progetto preliminare dell’ampliamento della scuola è in fase di approvazione tecnica e si sta predisponendo l’affidamento. La progettazione definitiva sarà avviata a settembre e poi a marzo 2022 si approverà il progetto esecutivo. L’importo dell’intervento è di 2,25 milioni di euro.
  • Polo scolastico 0-6 Marzabotto: l’affidamento per la progettazione della demolizione di una parte della scuola materna e della sua ricostruzione è previsto entro il 2021. Il valore complessivo dell’opera è di 3,5 milioni di euro, inserita a piano investimenti nel 2022.

Infine, la costruzione dei nidi al parco Lenin (2,7 milioni di euro) e in via Menghini, vedranno l’avvio delle procedure nel 2022.

Rientrano invece nelle azioni del React Eu gli interventi per aumentare l’efficienza energetica degli edifici scolastici: sono due lotti da 6,25 e 5,19 milioni di euro, per cui è in corso di affidamento l’incarico di progettazione esecutiva. I lavori si concluderanno nel 2023.