HAPPY HAND: FESTIVAL DI SPORT, MUSICA E CULTURA

0
220

Nel valore della condivisione si rinnova l’appuntamento con Happy Hand, occasione di sport, spettacolo e promozione della cultura inclusiva, organizzata nella sua versione invernale dalle associazioni Willy The King Group di Bologna, Arche Comunità l’Arcobaleno di Quarto Inferiore e dalla Cooperativa Sociale La Fraternità, stella nella galassia solidale della ComHappy Hand Winter 2018 alzerà il sipario venerdì 7 dicembre (ore 9.30-15) al Bowling di via Speranza 1, a San Lazzaro. Il tema della giornata inaugurale, che vivrà il momento clou nel torneo di bowling a squadre, è Io Valgo…se #condivido ed è rivolto agli ospiti dei 15 centri diurni che La Fraternità ha sul territorio di Bologna e Provincia e agli studenti dell’Istituto Tecnico Enzo Majorana di San Lazzaro. Io valgo…se #Condivido, promosso nelle numerose sedi operative dalla Associazione Papa Giovanni XXIII per celebrare il 50° della fondazione, si concluderà con le premiazioni, un flash mob che diventerà un video da proiettare il giorno seguente e il pranzo al Circolo Arci Benassi di Bologna. Per gli studenti coinvolti si tratta dell’evento finale di un percorso sull’inclusione che ha l’obiettivo di condividere non solo attraverso i social, ma anche le esperienze reali di vita. Nel segno dei valori promossi da Happy Hand le squadre saranno costituite come sempre da atleti con disabilità e non. Sabato 8 dicembre, alla Sala Centofiori di via Gorki 16, Quartiere Navile, zona Corticella, l’appuntamento con Bologna Fuori Tempo, 1° Festival della musica libera. Preceduto alle 15 dal laboratorio di musica e percussioni Drum Circle, aperto a tutti, dalle 16 alle 19 andrà in scena il grande spettacolo che coinvolgerà associazioni e progetti inclusivi, una decina di gruppi di artisti con disabilità e non, che si alterneranno sul palco per portare alla ribalta la risorsa delle differenze, nel segno dell’inclusione e della più ampia libertà espressiva. Musica, video, poesia, danza per testimoniare le infinite possibilità di comunicare emozioni, condividere, interagire, conoscere e conoscersi. Fra gli artisti che si presenteranno al pubblico di Bologna Fuori Tempo, 1°Festival della musica libera, la band che fa gli onori di casa, i Fuoritempo, appunto, ma anche i Bonalé dell’Associazione Volhand, la Scuola popolare di musica Ivan Illich, Arte migrante, Aliemani nella musica, le performances degli ospiti della Fraternità con gli studenti del Majorana e di quelli della comunità Arche l’Arcobaleno col Centro integrato anziani di Granarolo, le poesie di Giovanni Lenzi, la danza dell’Associazione Indaco di Ferrara. Chi ha voce canta, chi ha ritmo segue, chi ha slancio balla, chi è presente fa sentire la propria partecipazione, come sempre, con entusiasmo e semplicità, come sanno essere le emozioni più vere. Condurrà la serata Cristina Bignardi. Polenta e rock and roll per il gran finale.