Al Teatro dell’ABC – “Mi chiamo Andrea, faccio fumetti”: il “monologo disegnato” di Andrea Santonastaso dedicato a Paz

0
19

Un monologo disegnato, con il protagonista in scena armato di pennarello e fogli bianchi. Una biografia che non è una biografia. Un omaggio che non vuole omaggiare nessuno. Appuntamento imperdibile quello di venerdì 29 novembre alle ore 21 al Teatro dell’ABC di Piazza di Porta Castiglione, 3 con “Mi chiamo Andrea, faccio fumetti”, il fortunato spettacolo di Andrea Santonastaso con la regia di Nicola Bonazzi e i testi di Christian Poli, con cui l’attore “dichiara la propria resa di fronte alle sentenze perentorie del destino”. Sì, perché Santonastaso nasce fumettista e aspira alla gloria, almeno fino a quando, incontrando il talento del suo omonimo, Andrea Pazienza: ecco allora l’ennesima constatazione di un Salieri di fronte a un Mozart, con uno spettacolo che porta in scena l’arte del più grande disegnatore di fumetti – e pittore, autore, poeta – che il nostro paese abbia avuto. Santonastaso porta in scena la sua impotenza di fronte al talento immenso di questo istrione dei pennelli. Lo fa dichiarando la sua inferiorità, ma anche la sua rabbia di fronte allo spreco cosciente e quasi premeditato di tanta arte pura in nome della follia di “un buco”.

Lo fa raccontando Pentothal, Zanardi, Pertini e tutti i personaggi dello sterminato e disperato microcosmo di Paz. Lo fa entrando “dentro” a Gli ultimi giorni di Pompeo, soprattutto. E, infine, lo fa disegnando in scena e onorando indegnamente (o tentando di farlo) colui che è stato “il più grande disegnatore vivente”.

“Mi chiamo Andrea, faccio fumetti”
Uno spettacolo di Andrea Santonastaso

testo Christian Poli
con Andrea Santonastaso
regia Nicola Bonazzi

produzione Teatro dell’Argine

Le serate sono riservate ai soci ABC.
Contributo per serata: 10 € Under 25 e studenti: 7 €
Associazione trimestre ottobre/ dicembre 2019: 3 €
Visto il numero limitato di posti è consigliata la prenotazione mail abcprenot@libero.it

Teatro dell’ABC – Stagione 2019 – 2020
Un progetto a cura di ABC Arte Bologna Cultura. Con il patrocinio del Comune di Bologna – Quartiere Santo Stefano. Si ringrazia Banca di Imola per il supporto