ASPETTANDO TOSCA: TRE APPUNTAMENTI PER APPROFONDIRE IL CAPOLAVORO DI PUCCINI CHE INAUGURA LA STAGIONE DEL COMUNALE

0
158

Un ricco calendario di appuntamenti a corollario del nuovo allestimento di un caposaldo del teatro musicale italiano come Tosca di Giacomo Puccini, che inaugurerà la Stagione lirica 2022 del Teatro Comunale di Bologna. Un’offerta pensata per il pubblico, per farlo entrare ancora di più nello spettacolo con la regia di Hugo De Ana e la direzione di Daniel Oren, che sarà in scena dal 29 gennaio al 6 febbraio.

Si inizia con un’installazione dal titolo Come nasce un capolavoro. Viaggio interattivo nelle note di Tosca, realizzata in collaborazione con la Fondazione Giacomo Puccini di Lucca e l’Archivio Ricordi, che mettono a disposizione del pubblico una copia del libretto originale di Tosca di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, tratto dal dramma storico La Tosca di Victorien Sardou, per scoprirne curiosità e aspetti inediti. Da mercoledì 19 gennaio a domenica 6 febbraio nel Foyer Respighi del teatro felsineo –dal martedì al venerdì dalle 12.00 alle 18.00 e il sabato dalle 11 alle 15.00 – si potrà consultare in modalità interattiva il documento custodito al Puccini Museum di Lucca sul quale il compositore lavorò con grande intensità. La sua grafia, quelle di Giacosa e Illica, e quella Giulio Ricordi, si avvicendano in annotazioni, correzioni, chiose, schizzi musicali e piante sceniche, che consentono di ricostruire la lunga e complessa creazione dell’opera.

Sabato 22 gennaio alle 18 nel Foyer Rossini del Comunale si terrà invece un incontro intitolato L’enigma di “Tosca”. Rapporto tra donne e potere nella società contemporanea, in cui il soprano Maria José Siri, protagonista dello spettacolo inaugurale, dialogherà con l’attivista e avvocata specializzata in diritto antidiscriminatorio Cathy La Torre. Partendo da Tosca si rifletterà sul rapporto tra donne e potere centrale nell’opera e sull’impatto che oggi ha nella società contemporanea. Modera l’incontro il giornalista Luca Baccolini.

Martedì 25 gennaio nel Foyer Respighi e nella Rotonda Gluck del Teatroinfine, è previsto il workshop Puccini inaspettato. Il genio, l’uomo, l’artista, ancora a cura della Fondazione Giacomo Puccini. Una panoramica del rapporto tra il compositore e le sue opere, attraverso il racconto della sua storia personale e i luoghi dove ha vissuto e ha creato. L’accesso sarà organizzato indue gruppi da 30 persone ciascuno, alle ore 18.15 e alle ore 19.00. Il percorso si avvale di documenti, filmati e musica, per accompagnare il pubblico verso una visione più consapevole di uno dei suoi maggiori capolavori pucciniani.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito. Per partecipare all’incontro L’enigma di “Tosca”. Rapporto tra donne e potere nella società contemporanea e al workshop Puccini inaspettato. Il genio, l’uomo, l’artista è necessaria la prenotazione tramite il sito www.tcbo.it.