CondiMenti Jazz: “Cinema Italia” sold out al Teatro Biagi D’Antona

0
35

Sold out per il concerto di Cinema Italia, progetto dedicato alle colonne sonore cinematografiche che si esibirà il 22 novembre al Teatro Biagi D’Antona per Condimenti Jazz e all’interno del programma del Bologna Jazz Festival 2019. Un punto di vista musicale contemporaneo, quello di Cinema Italia, che non tradisce mai la melodia di questi temi indimenticabili, ma allo stesso tempo li presenta con una nuova forza e vitalità dimostrando la loro immortalità e sorprendendo sempre l’ascolto con la modernità delle versioni proposte.

“Siamo felici di ospitare uno dei concerti del Bologna Jazz Festival – ha dichiarato Belinda Gottardi, Sindaca di Castel Maggiore con delega alla cultura per l’Unione Reno Galliera – e che il pubblico abbia risposto con tanto entusiasmo. Questa è un’ulteriore dimostrazione che si può e si deve portare la cultura anche fuori dai circuiti abituali e dal centro città e ragionare sulla valorizzazione dell’area metropolitana di Bologna. Mi auguro che il progetto CondiMenti Jazz confermi sempre più questa tendenza e continuerò a impegnarmi per portare musica, cultura e intrattenimento a Castel Maggiore e nella pianura bolognese”.

La serata è organizzata dal Comune di Castel Maggiore e dall’Unione Reno Galliera, in collaborazione con MEC&Partners, Cantina Bentivoglio e Bologna Jazz Festival.

Cinema Italia – È un omaggio al grande cinema italiano che ha contribuito a far conoscere il nostro paese ovunque e che ha nel tempo consolidato una tradizione di eccellenza così come eccellente è il cast di musicisti di questo disco: Rosario Giuliani al sax, Luciano Biondini alla fisarmonica, Enzo Pietropaoli al contrabbasso. Un punto di vista musicale contemporaneo che non tradisce mai la melodia di questi temi indimenticabili, ma allo stesso tempo li presenta con una nuova forza e vitalità dimostrando la loro immortalità e sorprendendo sempre l’ascolto con la modernità delle versioni proposte.

Temi indimenticabili di film indimenticabili, tra i quali 8 e mezzo, C’era una volta in America e Nuovo Cinema Paradiso, firmati dagli inarrivabili Nino Rota ed Ennio Morricone. Accanto a questi brani e compositori iconici, due originali firmati da Rosario Giuliani e Luciano Biondini (Bianco e Nero e What is there what is not) che dimostrano ancora una volta la forza narrativa di questi due grandi artisti.