Donne e male parole. Un divertente “confronto di ingiurie” tra Bologna e Napoli, con Francesca Ciampi e Elisa Dorso

0
17

Uno spassoso confronto tra come si sfogano le donne in dialetto nei cortili bolognesi e nei vicoli napoletani: venerdì 18 ottobre alle ore 20.30, presso la Casa per la Pace “La Filanda” (via Canonici Renani, 8 – Casalecchio di Reno), Francesca Ciampi e Elisa Dorso portano in scena il loro “intrattenimento” Donne e male parole. Da Napoli a Bologna e ritorno, già proposto con grande successo nel marzo scorso alle Cucine Popolari Saffi.

Le due autrici mostrano una conversazione tra donne che scivola nel litigio capace di generare ingiurie creative e divertenti (per il pubblico), “dal facciaffronto allo strascino”, in un percorso che culminerà con la “lite delle lavandaie”, la scena finale di La gatta cenerentola di Roberto De Simone, commentata e tradotta dal dialetto napoletano a quello bolognese.

La serata, curata da Percorsi di Pace, è a ingresso libero.

Francesca Ciampi, bolognese, maestra elementare, nel libro La Casalunga di Corticella (Perdisa, 2011) ha raccontato la sua formazione in un quartiere della periferia di Bologna fra il 1936 e il 1960.

Elisa Dorso, avellinese di nascita e napoletana di formazione, ha formato filosoficamente generazioni di studenti al Liceo “Sabin”, dove ha sempre insegnato, e ha realizzato numerosi reading e lezioni-spettacolo, soprattutto in sodalizio con Carlo Loiodice.