IL TEATRO LAURA BETTI RIAPRE LE PORTE AL PUBBLICO CON UN ASSOLO DI DANZA ISPIRATO ALLA COMETA DI HALLEY

0
98

Il progetto, ispirato alla Cometa di Halley sta viaggiando per gli spazi dell’Area metropolitana dal 2 settembre. Come una cometa, compie una traiettoria lunga, appare e scompare, si avvicina e ispira presagi e nascite. The Halley Solo del coreografo bolognese Fabrizio Favale, interpretato dal bravissimo danzatore Vincenzo Cappuccio, dopo Danza Urbana e Fienile Fluò, arriva al Teatro Laura Betti dove riapre le porte del teatro.
Cappuccio percorrerà ogni giorno un tragitto diverso negli spazi del teatro in un graduale riavvicinamento al palcoscenico: imitando la traiettoria di un corpo celeste periodico, la danza si proietta all’infinito in un ciclico ritorno. Il danzatore, proprio come un evento cosmico, appare nella semplicità disarmante della danza e non fa altro che realizzarsi nelle traiettorie naturali che la compongono.
Una riapertura che torna a far rivivere il Teatro dopo la chiusura per pandemia, ma anche un modo per ritrovarsi in Piazza del Popolo prima e dopo la performance per raccontarsi cosa è stato di noi, nei mesi senza teatro e come vogliamo tornarci dentro.

THE HALLEY SOLO
ideazione e coreografia Fabrizio Favale
danzatore Vincenzo Cappuccio
musiche autori vari
una produzione KLm – Kinkaleri / Le Supplici / mk
con il contributo di MIBACT, Regione Emilia-Romagna
Costo del biglietto 3 €
Prenotazione consigliata: biglietteria@teatrocasalecchio.it