LE NOTTI DELLE SEMENTERIE – 5° edizione

0
76

Vivo! E’ l’urlo che vuole lanciare quest’anno la rassegna “Le Notti delle Sementerie” arrivata alla 5° edizione.

Un’ edizione importante, scampata alle numerose ipotesi di annullamento, cambio radicale della proposta o anche solo sospensione.

Ma ce l’ha fatta. C’è.

Vivo, dunque, grida a gran voce il Teatro di Paglia. Vivo! lo spettacolo. Vivo! gli artisti e Vivo! il pubblico.

Oggi come mai prima d’ora abbiamo la certezza che il teatro non è in scena ma nello spazio vuoto tra il pubblico e gli attori, nello spazio vuoto che è fatto di presenza.

Noi, come promotori dell’evento e artisti, abbiamo sentito fortemente l’esigenza di esserci dal vivo, di attraversare questo momento insieme al pubblico, alle stelle, al profumo della notte, alle voci che si sentono in lontananza mentre si cammina verso il teatro, verso il buio che nasconde una storia che si svela solo davanti ai nostri occhi.

Questa edizione porta il segno della resilienza e della resistenza, un’edizione fluida che ha saputo trasformarsi in corsa, che ha avuto il coraggio di non lasciarsi intimorire dai cambiamenti ma che rilancia con una proposta ancora più ricca di spettacoli.

Il Teatro di Paglia, segno distintivo delle Notti, ci sarà.

Il teatro effimero, che ogni anno si costruisce e ogni anno ritorna ad essere paglia, si rivela essere una preziosa risorsa per la particolare estate 2020. Cambierà forma: verrà costruito con le sedute già distanziate per permettere una totale sicurezza, senza rinunciare alla bellezza.

Ci sembra che questi mesi particolari abbiano portato la forza di intuire più chiaramente ciò che è, l’essenza intima delle cose. Le contraddizioni sono più evidenti e più insopportabili, le cose importanti brillano con più intensità di prima.

Con la nostra programmazione abbiamo cercato di dare forma e condividere con il pubblico l’ essenza profonda delle Sementerie, il desiderio che ci guida: essere luogo di creazione, abitato da artisti, che apre le sue porte ad altri gruppi creativi e propaga forza e bellezza nel mondo.

Seguendo questo movimento ideale che inizia dal cuore delle Sementerie, sono tre gli spettacoli che occupano la parte centrale della rassegna: il debutto di The Show (1 agosto – recupero in caso di pioggia 2 agosto), nuova produzione di Sementerie con Elisa Denti su testo originale di Manuela De Meo; il ritorno di Manzoni senza filtro (8 agosto – recupero 9 agosto), tratto da un classico oggi più attuale che mai; e Histoire du soldat (13 agosto – recupero 14 agosto), un’opera da camera composta da Igor Stravinskij, dove al posto del canto c’è una storia narrata, scritta alla fine delle prima guerra mondiale e che per l’occasione vede insieme Sementerie Artistiche, Atti Sonori e l’Orchestra del Baraccano.

Amleto take away (20 agosto – recupero 21 agosto), di Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari, e Sulla morte senza esagerare (22 agosto – recupero 23 agosto) del Teatro dei Gordi, sono entrambi frutto di un periodo di creazione e di prove alle Sementerie; siamo felici di vederli ora nel teatro di paglia, dopo aver gioito del successo che continuano ad avere in giro per l’ Italia.

Abbiamo incontrato Luigi D’Elia durante la creazione di The Show, di cui è diventato il regista: lo ospiteremo con Cammelli a Barbiana (30 luglio – recupero 31 luglio), racconto sulla scuola di don Lorenzo Milani.

Sempre domenica (23 luglio – recupero 24 luglio) di Controcanto Collettivo e Gianni (25 luglio – recupero 26 luglio) di Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani sono invece spettacoli di artisti che arrivano per la prima volta alle Sementerie, e li accogliamo con la curiosità e il desiderio che accompagnano i nuovi incontri.

Chiudiamo questo viaggio con due preziose riconferme: il ritorno di Matthias Martelli con Il Primo Miracolo di Gesù Bambino da Mistero Buffo di Dario Fo e Franca Rame (15 agosto – recupero 16 agosto), e la collaborazione con il Comune di Crevalcore e la rassegna Sere Serene per il concerto dei Gipsy Caravan (6 agosto – recupero 11 agosto

BIGLIETTI E COSTI

Sementerie Artistiche è un’associazione di promozione sociale, per partecipare alle attività occorre essere soci.
La tessera 2020 ha un costo di 3 euro.
E’ possibile e consigliato compilare la richiesta di iscrizione direttamente dal sito www.sementerieartistiche.it

BIGLIETTO RESPONSABILE

Il 2020 sarà un anno eccezionale sotto molti punti di vista, sia per le Sementerie Artistiche che per il suo pubblico. Per tutti noi si aprono orizzonti incerti sul piano economico, orizzonti nei quali la cultura rischia di essere il primo capitolo a subire tagli, sia nei bilanci familiari e personali, che nei bilanci delle amministrazioni pubbliche.

Il biglietto responsabile vuole essere uno strumento agile ed elastico, da un lato per provare a tenere connessa e vicina la comunità di persone che costituisce il pubblico delle Sementerie Artistiche (e potenzialmente per ampliarla), e dall’altro per cercare di dare sostegno alle Sementerie Artistiche in questo momento di difficoltà.

Come funziona?

I biglietti tradizionali vengono rimpiazzati dai biglietti responsabili. I biglietti responsabili vengono scelti direttamente dagli spettatori in fase di acquisto e si dividono in tre categorie.

Da una parte c’è la riduzione, che può essere scelta da chi è stato colpito più duramente dalla crisi economica innescata dalla pandemia (coloro che hanno perso il lavoro, coloro che sono ancora in cassa integrazione, gli esercenti e gli imprenditori che hanno dovuto chiudere la loro attività… etc.). Per tutti costoro abbiamo pensato a una riduzione a 5 euro.

Nel mezzo c’è il biglietto intero.

Dall’altra ci sono le maggiorazioni, ovvero i biglietti responsabili pensati per il sostegno all’attività delle Sementerie Artistiche, che come tutte le attività culturali (e dello spettacolo dal vivo in particolare) in questo momento rischia di subire un contraccolpo pesantissimo dalla crisi economica che si è aperta. Abbiamo pensato a varie fasce di sostegno attraverso il biglietto, da 20 a 100 euro.

I prezzi dei biglietti responsabili

ridotto responsabile = 5 euro
intero responsabile = 12 euro
sostieni il teatro = 20 euro
sostieni il teatro = 30 euro
sostieni il teatro = 50 euro
sostieni il teatro = 100 euro

Un patto di mutuo soccorso

Il biglietto responsabile si fonda su un patto di mutuo soccorso tra un teatro e il suo pubblico. Un patto sociale nel quale da un lato il teatro tiene aperte le porte a coloro che non riuscirebbero a partecipare per difficoltà di natura economica, e dall’altro la generosità del pubblico diventa rete di salvataggio per un teatro in difficoltà.

Il biglietto responsabile è una pratica condivisa insieme al Teatro Sociale di Gualtieri, che ringraziamo per aver trovato le parole adatte a descriverlo così bene.

Prenotazioni

È possibile prenotare il proprio biglietto e ritirarlo direttamente la sera di spettacolo scrivendo a prenotazioni@sementerieartistiche.it o tramite whatsapp al numero 388.2460985.

Il pagamento potrà avvenire tramite carta di credito o bancomat in biglietteria, la sera dello spettacolo o tramite Satispay al momento della prenotazione.

In caso di pagamento con Satispay la conferma varrà come biglietto.

La prenotazione è vincolante: in caso di disdetta è necessario darne tempestiva comunicazione.

I biglietti prenotati devono essere ritirati entro e non oltre 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo: in caso di ritardo la disponibilità del biglietto non è assicurata.
Le prenotazioni verranno accettate fino alle ore 19.00 del giorno dello spettacolo.

Maltempo
Per tutti gli spettacoli è prevista una data di recupero in caso di maltempo.

DOVE e QUANDO
Gli spettacoli inizieranno alle 21.30; dalle 19.00 sarà possibile accedere al nostro Bar con Piccola Cucina con prodotti locali.

Le Sementerie Artistiche sono in via Scagliarossa 1174 a Crevalcore, Bologna.

http://www.sementerieartistiche.it