TEATRO COMUNALE: IL DEBUTTO DEL PIANISTA FEDERICO COLLI PER IL SECONDO APPUNTAMENTO DELL’“AUTUNNO SINFONICO”

0
23

Segna il debutto di un giovane talento italiano il secondo appuntamento dell’“Autunno sinfonico” del Teatro Comunale di Bologna: è il pianista trentatreenne Federico Colli, che lunedì 11 ottobre alle 20.30 all’Auditorium Manzoni è ospite per la prima volta del cartellone del teatro felsineo con la Filarmonica del TCBO per interpretare il Concerto per pianoforte e orchestra n. 27 in si bemolle maggiore di Wolfgang Amadeus Mozart. Sul podio il direttore d’orchestra giapponese Hirofumi Yoshida, dal 2014 Direttore artistico e Direttore principale della Filarmonica e dal 2015 Direttore artistico del Japan Opera Festival di Tokyo.

Acclamato dalla rivista «Gramophone» come “uno dei pensatori più originali della sua generazione” ed elogiato dal «Daily Telegraph» per “il tocco meravigliosamente leggero e l’eleganza espressiva”, Colli ha trionfato al Concorso Mozart di Salisburgo nel 2011 e alla Leeds International Piano Competition l’anno seguente. Insieme alla Filarmonica del Teatro Comunale il pianista bresciano propone il ventisettesimo concerto per pianoforte e orchestra di Mozart, con cui il compositore di Salisburgo prese congedo da questo genere: fu ultimato ed eseguito dallo stesso autore nel 1791, solo alcuni mesi prima che egli si spegnesse a Vienna. È un concerto improntato al mantenimento di un grande equilibrio tra l’orchestra e la parte affidata al solista, con un virtuosismo mai fine a se stesso ma al servizio di una struttura tematica complessa eppure unitaria.

A coronamento della serata Yoshida propone una grande pagina sinfonica della musica tardo ottocentesca russa come la suite in quattro movimenti Shahrazād op. 35 di Nikolaj Rimskij-Korsakov, frutto di quella fascinazione tutta europea per l’esotico e il lontano oriente. A stuzzicare l’immaginazione di Korsakov tra il 1887 e il 1888 furono le novelle delle Mille e una notte, narrate dalla fanciulla Shahrazād per frenare il terribile Sultano Shahrīyār, incapace di fidarsi del genere femminile dopo il tradimento della moglie e avvezzo ad assassinare tutte le successive consorti dopo la prima notte di nozze. Gli interventi del violino solo, che rappresentano la voce della narratrice attraverso i fantastici racconti, sono affidati a Emanuele Benfenati, Primo violino di spalla dell’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna e della Filarmonica.

Il concerto è realizzato grazie a Intesa Sanpaolo, Main Partner della Stagione Sinfonica 2021 del TCBO.

I biglietti – da 15 a 35 euro – sono in vendita online tramite Vivaticket e presso la biglietteria del Teatro Comunale (Largo Respighi, 1), dal martedì al venerdì dalle 12 alle 18 e il sabato dalle 11 alle 15; il giorno del concerto presso l’Auditorium Manzoni da 1 ora prima fino a 15 minuti dopo l’inizio dell’evento.

Per l’acquisto dei biglietti potrà essere utilizzato il voucher emesso per spettacoli e concerti del Teatro Comunale di Bologna annullati causa Covid-19 nel corso della Stagione 2020. L’accesso ai concerti dell’“Autunno Sinfonico” avverrà in ottemperanza alle normative anti Covid-19 e nel rispetto delle misure di sicurezza previste. Info: www.tcbo.it / https://www.tcbo.it/eventi/autunno-sinfonico-2021-yoshida-colli/

Il successivo appuntamento sinfonico del Teatro Comunale di Bologna è in programma venerdì 26 novembre, sempre all’Auditorium Manzoni, con Corinna Niemeyer alla testa dell’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna e con il pianista Luca Buratto.