TEATRO COMUNALE: “PARLIAMO D’OPERA” 2021

0
26

Ripartono gli appuntamenti di “Parliamo d’Opera”, un ciclo aperto al pubblico pensato per dialogare con personalità di spicco del mondo dello spettacolo e della cultura intorno a temi e contenuti scaturiti dalle opere liriche. L’edizione 2021 prende le mosse dai titoli presenti in cartellone nella stagione autunnale del Teatro Comunale di Bologna. David Riondino, Giancarlo De Cataldo, Elena Bucci, Alessandro Fullin e Michela Murgia sono gli ospiti dei cinque incontri, previsti alle 18.00 nel Foyer Respighi del Comunale dal 6 ottobre al 7 dicembre, moderati dal Sovrintendente Fulvio Macciardi e arricchiti dagli interventi musicali dal vivo dei giovani interpreti della Scuola dell’Opera del TCBO. Partner dell’iniziativa è Rekeep.

«Riprende con convinzione, dopo lo stop forzato dello scorso anno, questo progetto del Teatro Comunale di Bologna pensato per l’avvicinamento ai temi e ai contenuti dell’opera lirica, coinvolgendo attori e scrittori noti al grande pubblico che possano fornire spunti di dialogo e riflessione sempre attuali – dice il Sovrintendente Fulvio Macciardi. L’iniziativa rappresenta un passaggio molto significativo verso il ritorno a una ‘nuova’ normalità nel vivere il Teatro, indispensabile per ritrovare insieme fiducia e sicurezze nei prossimi mesi. Accoglieremo con gioia il pubblico nei nostri spazi sicuri e sanificati per condividere ancora una volta le emozioni che la musica e il teatro sanno dare».

«Continua la nostra proficua collaborazione con il Teatro Comunale, che ci vede impegnati anche quest’anno nel sostegno a ‘Parliamo d’Opera’, iniziativa che, anche grazie ai significativi titoli in calendario, riesce a stimolare importanti riflessioni sull’attualità. Apprezziamo l’impegno con cui il Teatro non solo diffonde la cultura musicale, riuscendo ad avvicinare concretamente il grande pubblico all’opera, ma contribuisce anche, attraverso l’arte, al miglioramento dell’ambiente sociale della nostra città» commenta Claudio Levorato, Presidente di Manutencoop Società Cooperativa, holding di controllo di Rekeep S.p.A.

Ad aprire la rassegna mercoledì 6 ottobre – aspettando Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini (in scena in Sala Bibiena dal 17 al 23 ottobre) – è lo scrittore e attore David Riondino con l’incontro dal titolo “L’opera e la commedia dell’arte”, che svelerà la stretta connessione tra l’opera buffa italiana e la tradizione della commedia dell’arte: due tipologie di spettacolo che hanno reso celebre l’Italia nel mondo. L’opera noir è invece al centro dell’appuntamento “I delitti sul palcoscenico”, in programma mercoledì 20 ottobre con lo scrittore e magistrato Giancarlo De Cataldo, autore – tra gli altri – di Romanzo Criminale e Suburra. Partendo dal PM melomane Manrico Spinori, il protagonista dei suoi ultimi romanzi gialli che risolve i casi ascoltando l’opera lirica, De Cataldo farà una riflessione su quanto il delitto sia centrale nelle produzioni operistiche. Segue, venerdì 29 ottobre, il dialogo con Elena Bucci intitolato “Amore e passione tra vita e teatro”. L’attrice, regista e autrice confronterà la sua esperienza personale con quella della protagonista del capolavoro di Francesco Cilea Adriana Lecouvreur (in cartellone dal 14 al 20 novembre), che narra la storia di un’attrice in cui amore e passione si fondono tra vita reale e palcoscenico. Giovedì 25 novembre l’attore teatrale e comico Alessandro Fullin, noto anche per la sua partecipazione alla trasmissione televisiva Zelig, porterà la sua visione, divertente e scanzonata, delle vicende amorose delle eroine di alcune opere tra le più appassionanti, ripercorrendo e confrontando i loro tragici destini nell’incontro “Ma perché tutte le eroine dell’opera fanno una brutta fine?”. Chiude la rassegna “Tra fiaba e realtà” martedì 7 dicembre, nel quale la scrittrice e opinionista Michela Murgia offrirà una lettura tra le righe della favola Cenerentola e in particolare dell’omonima opera rossiniana (rappresentata al Comunale dal 16 al 21 dicembre), svelando aspetti presenti nella quotidianità e nella contemporaneità del pubblico di ogni età.

Gli incontri, a ingresso gratuito e su prenotazione tramite il sito www.tcbo.it, saranno trasmessi anche in diretta streaming sulla pagina Facebook del TCBO.