Get Adobe Flash player

Verdi dà spettacolo, Budimir si porta via i punti. 

Sintesi estrema di uno dei pomeriggi più pazzi della storia recente del Bologna, beffato a domicilio dalla rimonta incredibile del piccolo Crotone dopo aver assaporato a lungo la vittoria. Estetica contro concretezza, il calcio spesso e volentieri premia la seconda: il match del “Dall'Ara” non fa eccezione. Dopo essersi inchinato di fronte ai due gioielli sfornati dai piedi aristocratici di Simone Verdi su altrettante punizioni dal limite (curiosità: l'esterno rossoblù ne realizza una col sinistro e l'altra con il destro, se non è record poco ci manca), il Crotone ha il merito di restare in partita sfruttando le poche armi a propria disposizione: cuore, spirito di sacrificio, ordine, fisicità. Budimir trova il momentaneo 1-1 con un tap-in sporco in seguito a paratona di Da Costa su tiro ravvicinato di Trotta, poi nella ripresa ci pensa il VAR a rimettere in piedi i calabresi: tocco galeotto in area con il braccio da parte di Krafth sugli sviluppi di un corner, il sig.Pasqua fa inizialmente correre poi torna sui propri passi e assegna il calcio di rigore trasformato con freddezza da Trotta. Al triplice fischio mancano più di 20', ma il Bologna piomba in un vortice di negatività assoluta (tecnica, fisica e mentale) che lo conduce dritto nel baratro: e quando di lì a poco l'eroe di giornata in casa Crotone, Ante Budimir, infila in rete uno splendido sinistro da appena dentro l'area dopo aver vinto un rimpallo con Gonzalez si capisce che il suicidio perfetto è completato.

Donadoni ritrova Palacio e conferma il solito 4-3-3 lasciando ancora a sedere Destro, mentre l'ex di turno Crisetig rileva lo squalificato Pulgar in cabina di regia. Sul fronte opposto, Nicola cerca di sfatare il tabù trasferta (1 punto in cinque precedenti stagionali) puntando su principi d'altri tempi: 4-4-2 scolastico con Budimir centravanti e Trotta seconda punta, squadra corta e votata al lancio lungo per le due torri offensive. Sotto gli occhi di Joey Saputo il Bologna disputa un bel primo tempo: Palacio svaria e apre spazi per gli inserimenti dei compagni, Verdi ha l'argento vivo addosso e condanna Cordaz con due piazzati da specialista, Di Francesco ci mette sempre lo zampino e la coppia di mezzali Poli-Donsah sovrasta i dirimpettai. Se non è monologo, poco ci manca: il Crotone ha il merito e la fortuna di sopravvivere grazie al guizzo di Budimir, ma dopo l'intervallo è costretto dal risultato avverso ad osare maggiormente. E la partita si prepara ad una svolta inattesa, perché il Bologna via via perde tono ed incisività mentre i ragazzi di Nicola iniziano a crederci davvero. Il momento clou è ovviamente racchiuso nei pochi istanti che separano il rigore di Trotta e il definitivo 2-3 di Budimir: uno-due letale, la luce si spegne e nulla può l'ingresso disperato di Destro per Donsah con conseguente passaggio al 4-2-3-1. Il bilancio parla di zero tiri in porta nella seconda parte di gara, mentre la quarta sconfitta consecutiva getta la prima, inquietante ombra sulla stagione del Bologna.

 

Di seguito, le pagelle della gara.

BOLOGNA

Da Costa 6: reattivo sulla capocciata da due passi di Budimir, poi pensa che il peggio sia passato: e invece si ritrova impotente nel bel mezzo di un uragano. IMPALLINATO

Krafth 5: rovina un bel primo tempo con una ripresa di sofferenza allo stato puro: provoca il rigore che spacca la partita e non si riprende più. MOGIO

Gonzalez 5: in costante affanno contro Budimir, nei duelli in cielo ha sempre la peggio e deve ricorrere al fallo sistematico. SUCCUBE

Helander 5: mai così in difficoltà, benché le trame offensive del Crotone siano di facile lettura: distribuisce insicurezza, accusa peso e centimetri del duo avversario. SBIADITO

Masina 4.5: ha sulla coscienza l'1-1, che nasce da un suo disimpegno avventuroso con la palla al piede: possesso perso, ripartenza del Crotone sul lato sguarnito e sigillo di Budimir. Gli errori di misura proseguono senza sosta, così come la sua evidente involuzione. SCONCERTANTE

(dal 78' Falletti s.v.)

Poli 6: tolto Verdi, il migliore dei suoi nella prima parte: fa filtro, recupera palloni su palloni e si propone al tiro. Segue un crollo verticale figlio degli intoppi fisici dell'ultimo periodo. PRECARIO

Crisetig 5.5: tra i protagonisti della salvezza ottenuta dal Crotone un anno fa, ottiene la fiducia da Donadoni senza però riuscire a prendere le redini né a dettare i tempi del gioco: ci mette dedizione ma non è sincronizzato con il resto della squadra. AVULSO

Donsah 6: procede a strappi, senza soluzione di continuità: qualche buona intuizione c'è ma quando le cose si mettono male deve scendere dall'altalena per ragioni tattiche. ACROBATA

(dal 73' Destro 5.5: parziale alibi: dentro nel momento peggiore. Però non tocca palla, anche questo va detto. FUTILE)

Verdi 7.5: per dimenticare l'esclusione dalla Nazionale si regala un pomeriggio da cecchino: due su due da calcio piazzato, un'esecuzione di sinistro e una di destro a distanza di pochi minuti. La rimonta del Crotone interrompe il processo di beatificazione in atto. SENTENZA

Palacio 6: gravita lontano dalla porta ma autografa tutte le azioni degne di nota della squadra nel primo tempo: chiude col fiato corto, com'era lecito attendersi visto che viene da un infortunio. TUTOR

Di Francesco 6: un paio di errori di punteggiatura in fase di conclusione, ma ha il merito di conquistare la punizione del momentaneo 2-1. Nell'occasione si fa male al ginocchio e all'intervallo alza bandiera bianca: speriamo non sia nulla di serio. PIMPANTE

(dal 46' Krejci 5: un pesce fuor d'acqua su quella fascia che un tempo era il suo terreno di caccia preferito. Crisi profonda. BLANDO)

all.Donadoni 5: inspiegabile blackout dopo un'ora positiva, le conseguenze sono disastrose e producono la peggior serie negativa della sua gestione (quattro sconfitte di fila). Perché il Bologna si ostina a non voler crescere? ATTONITO

 

CROTONE

Cordaz 6; Sampirisi 5.5, Ceccherini 6.5, Simic 6, Pavlovic 6; Nalini 6.5, Barberis 7, Mandragora 6.5, Stoian 5.5 (60' Rohden 6); Trotta 7 (83' Izco s.v.), Budimir 7.5 (90+3' Simy s.v.). All.: Nicola 7

 

BOLOGNA-CROTONE 2-3 (38' Verdi, 42' Budimir, 45+1' Verdi; 68' Trotta rig., 70' Budimir)

 

Francesco Piggioli

 

Bologna deluso 2 Verdi vs Crotone

a sinistra, la delusione dei giocatori rossoblù a fine partita; a destra, l'esultanza di Simone Verdi, unica nota positiva del nefasto pomeriggio del Bologna

Share

Cerchi un articolo?
Inserisci una parola chiave.
Risultato a fondo pagina.

 

QUIBOLOGNA.TV

CONTATORE

 VISITE TOTALI: 9.417.327 dal 1.1.17   record contatti 5 giugno 2016: 81.433 media 2016: 55.119