Get Adobe Flash player

Dopo l'exploit arriva il difficile: la conferma. 

Lo sa bene il Bologna, più volte inciampato al momento di compiere il tanto inflazionato salto di qualità nelle ultime stagioni. Copione sempre identico: tutto fila per il verso giusto, poi basta un improvviso ed inatteso passo falso per far crollare il castello. Tra poche ore si capirà se i ragazzi di Donadoni dimostreranno di aver imparato la lezione, perché dopo due vittorie consecutive con tanto di settimo posto guadagnato i rossoblù si troveranno al cospetto della classica gara-trabocchetto. Al “Dall'Ara” arriva il Cagliari di Diego Lopez, ex dal dente avvelenato: fu proprio lui a guidare il Bologna nell'ultimo campionato di Serie B poi chiuso dalla promozione in A ai playoff, un traguardo che il tecnico uruguagio non riuscì tuttavia ad assaporare per via dell'esonero a poche giornate dalla fine della regular season in coda ad un periodo opaco culminato nella sanguinosa sconfitta di Frosinone. Lopez non ha mai digerito quella cacciata e di certo -pur non ammettendolo pubblicamente- in cuor suo cova desideri di vendetta. Attenzione dunque ai propositi bellicosi di un Cagliari arrabbiato per l'eliminazione dalla Coppa Italia per mano del Pordenone ma tutto sommato in salute, capace di conquistare 6 punti nelle ultime tre gare e reduce dall'ottima figura rimediata nella scorsa giornata di fronte alla corazzata Inter, che ha dovuto faticare parecchio per portare via i tre punti dalla Sardegna.

Se i due successi ottenuti contro Verona e Sampdoria hanno cancellato la crisi di inizio autunno, guai a dimenticare che dopo il Cagliari il menù prevede un doppio confronto mica da ridere: Milan a San Siro e Juventus in casa. Sarebbe vivamente consigliato un approdo sereno al difficilissimo snodo di metà dicembre, ragion per cui la partita di domani assume i classici contorni del bivio spartiacque: confermarsi ai piani nobili o rimandare ancora una volta l'appuntamento con la maturità. Un Bologna vincente o perlomeno convincente contro il Cagliari avrebbe la possibilità di andare a giocare a testa alta e con il morale a mille con Milan e Juve, viceversa su un Bologna sconfitto a domicilio tornerebbe ad aleggiare lo spettro di un filotto negativo. Sugli spalti ci sarà anche Joey Saputo, deciso a riscattare l'ultima sfortunata visita sotto le Due Torri (in concomitanza con il 2-3 subito dal Crotone) e a godersi finalmente un Bologna da medio-alta classifica. Donadoni pare intenzionato a confermare in blocco l'undici che ha incantato per lunghi tratti contro la Samp, gli unici dubbi sono concentrati nella retroguardia: con Gonzalez ancora out, Helander e De Maio si giocano un posto al fianco del ritrovato Maietta; sul fronte terzini Mbaye è sicuro della maglia da titolare, Masina parte in evidente vantaggio su Krafth mentre Torosidis sconterà la giornata di squalifica causa -ingiusta- espulsione rimediata nel match di sabato scorso. In avanti ancora fiducia al tridente composto da Verdi, Destro e Palacio, il centrocampo ormai assomiglia ad una filastrocca: Poli-Pulgar-Donsah, agli altri per il momento soltanto le briciole.

Arbitra il sig.La Penna di Roma, fischio d'inizio previsto per le ore 15 di domani.

 

Di seguito, elenco dei convocati e probabile formazione.

PORTIERI: Da Costa, Mirante, Ravaglia.

DIFENSORI: Brignani, De Maio, Helander, Keita, Krafth, Maietta, Masina, Mbaye.

CENTROCAMPISTI: Crisetig, Donsah, Nagy, Poli, Pulgar, Taider.

ATTACCANTI: Destro, Krejci, Okwonkwo, Palacio, Petkovic, Verdi.

 

PROBABILE FORMAZIONE

4-3-3

Mirante; Mbaye, De Maio, Maietta, Masina; Poli, Pulgar, Donsah; Verdi, Destro, Palacio. All.: Donadoni

BALLOTTAGGI: De Maio-Helander 70%-30%, Masina-Krafth 90%-10%.

INDISPONIBILI: Avenatti, Di Francesco, Falletti, Gonzalez.

SQUALIFICATI: Torosidis (1 giornata)

 

Francesco Piggioli

 

Pulgar e Mbaye

nella foto, Erick Pulgar e Ibrahima Mbaye, punti fermi del nuovo Bologna

Share

Cerchi un articolo?
Inserisci una parola chiave.
Risultato a fondo pagina.

 

QUIBOLOGNA.TV

CONTATORE

 VISITE TOTALI: 9.417.327 dal 1.1.17   record contatti 5 giugno 2016: 81.433 media 2016: 55.119