Get Adobe Flash player

Fermo al palo. 

Avvio di campionato tutt'altro che memorabile per il Bologna, sconfitto a domicilio dalla Spal nel primo derby emiliano della stagione. A decidere un match equilibrato e grigio provvede un capolavoro balistico di Jasmin Kurtic poco oltre metà ripresa: dalla trequarti il mediano sloveno azzecca un tiro a giro sensazionale che s'insacca con l'aiuto del palo e regala i tre punti a Semplici. I legni della porta non si rivelano altrettanto magnanimi con i rossoblù: all'ultimo scampolo di gioco Helander si ritrova sui piedi il pallone del pareggio ma la sua sporca deviazione in mischia va a sbattere senza appello sul montante alla destra di Gomis. Oltre al danno, la beffa. Il succo della partita sgorga da questo doppio episodio, per il resto al “Dall'Ara” dominano noia e imprecisione. Sotto gli occhi di patron Saputo, Inzaghi sfodera il consueto 3-5-2 con Danilo subito titolare nel cuore del terzetto arretrato e Gonzalez adattato a destra; in avanti, Santander vince a sorpresa il ballottaggio con Falcinelli e affianca il totem Palacio. Ben assortito sulla carta anche il tandem offensivo spallino: ai guizzi di Antenucci si sommano i chili del neoacquisto Petagna. In mezzo al campo l'ultimo arrivato Missiroli soffia il posto ad Everton Luiz come mezzala, con Schiattarella regista basso.

Dopo il minuto di silenzio in memoria delle vittime di Genova, è il Bologna ad approcciare meglio l'incontro: Palacio chiama subito in causa Gomis con un gran destro dal limite, mentre a sinistra imperversa Dijks che riesce a creare problemi a Lazzari. Il canovaccio rossoblù è chiaro: centrocampo quasi sempre scavalcato e palla lunga per Santander, chiamato al gioco di sponda. El Ropero si impegna ma fatica a mettersi in evidenza, a Inzaghi vengono a mancare fin da subito gli inserimenti in area dei centrocampisti. In tal senso, complimenti a Semplici che tiene basso il baricentro della sua squadra accettando i duelli in area di rigore pur di non prestare il fianco ai tagli di mezzali e attaccanti: mossa che si rivela azzeccata. Skorupski resta senza lavoro da sbrigare per quasi tutto il primo tempo, ma nella ripresa il copione cambia. Una pericolosa girata in area di Petagna costringe il portiere rossoblù a sporcare i guantoni, mentre la prelibatezza sfornata da Kurtic indirizza la partita su un binario scomodo. Inzaghi si gioca la carta Falcinelli al posto di un difensore (Gonzalez), ma ad eccezione del rocambolesco episodio descritto in apertura e avente per protagonista Helander il Bologna non combina granché dalle parti di Gomis.

Zero tiri nello specchio della porta nei secondi 45', Palacio vittima di un calo evidente al pari del collega Santander, il neoentrato Nagy espulso per doppia ammonizione allo scoccare del 90': ecco il quadro desolante in casa rossoblù. La Spal -semplicemente- ne approfitta con cinismo e brinda alla conquista dello scalpo più ambito a Ferrara e dintorni. Per Inzaghi, un K.O. sanguinoso che agli albori della stagione proprio non ci voleva. L'effetto balsamico generato dal passaggio del turno in Coppa Italia rischia di essere già svanito e il nuovo corso riallaccia mestamente i collegamenti con il vecchio in nome della solita sconfitta casalinga. Urge reazione già a partire dal Frosinone, senza tentennamenti.

 

Di seguito, le pagelle della partita.

BOLOGNA

Skorupski 6.5: primo atto da disoccupato, nella ripresa dice no a Petagna e stoppa il contropiede di Antenucci a tempo scaduto: in mezzo, la magia di Kurtic che lo lascia di stucco. Tiene a galla la truppa con un paio di ottimi interventi. STRENUO

Gonzalez 5: da sufficienza risicata in marcatura, ma in fase di disimpegno commette strafalcioni da scuola calcio: e il “Dall'Ara” rumoreggia senza pietà. ERETICO

(dal 72' Falcinelli 5.5: dentro per l'assalto finale, va a comporre un insolito tridente con Palacio e Santander ma non tocca praticamente palla. SBIADITO)

Danilo 6: Inzaghi lo ha già nominato ministro della difesa e lo promuove tra i titolari al netto dei pochi allenamenti nelle gambe: lui si affida al mestiere con buoni frutti. CENTURIONE

Helander 6: prova onesta e all'insegna della disciplina, potrebbe aggiustare la serata collettiva timbrando il pareggio all'ultimo soffio ma il palo spegne i sogni di gloria. RUSPANTE

Mattiello 5.5: cerca il fondo con insistenza senza però riuscire a garantire adeguata assistenza alle punte: l'impressione è che sia ancora in fase di apprendistato. INGESSATO

Poli 6: in una serata avara di proiezioni offensive si dedica soprattutto al lavoro sporco. Del trio di mediani è quello che sbaglia meno. FATTORINO

(dal 78' Orsolini s.v.)

Pulgar 5: fraseggio insolitamente caotico, mente annebbiata e un cartellino giallo che lo condiziona fin dalle prime battute. La logica conseguenza non può che essere la sostituzione. FLOP

(dal 56' Nagy 4: doppia ammonizione sciocca nel giro di mezzora e doccia anticipata: meno male che era entrato anche e soprattutto per evitare l'espulsione di Pulgar! SPROVVEDUTO)

Dzemaili 5.5: si batte con ardore ma in fase di possesso non trova mai il modo di velocizzare l'azione. Cuore caldo e piede freddino. INCOMPIUTO

Dijks 6.5: supera il primo esame di un certo spessore (Lazzari) e conferma i giudizi espressi sul suo conto in Coppa Italia: udite udite, forse è arrivato un terzino degno di tal nome. FRECCIA

Palacio 5.5: molto attivo all'inizio, quando un bella parata di Gomis gli nega il goal. Gomme sgonfie nella ripresa. Alti e bassi, insomma. LUNATICO

Santander 5: la sua tutt'altro che scontata presenza tra i titolari manda in visibilio lo stadio: per la prestazione, meglio ripassare. Ancora in ritardo a livello fisico. SELVAGGIO

all. F.Inzaghi 5.5: dopo la gioia in Coppa Italia, stecca l'esordio in campionato: Bologna pallido e povero di idee, poi va detto che gli gira tutto male. INCARTATO

 

SPAL

Gomis 6.5; Cionek 6.5, Vicari 6.5, Felipe 6; Lazzari 5.5 (88' Simic s.v.), Missiroli 6.5 (69' Everton Luiz 6), Schiattarella 6, Kurtic 7.5 (83' Valdifiori s.v.), Fares 5.5; Antenucci 6, Petagna 5.5. All.: Semplici 6.5

 

BOLOGNA-SPAL 0-1 (71' Kurtic)

 

Francesco Piggioli

 

Dijks vs Spal

nella foto, Mitchell Dijks in azione palla al piede: il terzino olandese è stato il migliore in campo assieme al portiere Skorupski

Share

Cerchi un articolo?
Inserisci una parola chiave.
Risultato a fondo pagina.

 

QUIBOLOGNA.TV

CONTATORE

 VISITE TOTALI: 8.843.878 dal 1.1.18   record contatti 5 giugno 2016: 81.433 media 2016: 53.008