CALCIO – Bologna-Sciliar 5-0: classica goleada nel test d’esordio

0
244

Cinque goal per riassaporare la normalità.

Reduce da una giornata emotivamente intensa come quella di ieri (dominata dalla conferenza stampa a cuore aperto di Sinisa Mihajlovic), il Bologna supera senza problemi la prima sgambata dell’anno e rifila la classica batosta ai dilettanti altoatesini dello Sciliar, freschi di retrocessione in Prima Categoria. Come da copione, l’amichevole di inizio ritiro a Castelrotto è un monologo rossoblù, anche perché il Bologna schierato dal “supplente” Miroslav Tanjga assomiglia parecchio alla miglior versione disponibile in questo scorcio iniziale di stagione. Davanti ad una bella cornice di pubblico spazio al solito 4-2-3-1, con Palacio e Sansone larghi sulle fasce. Proprio dagli esterni nascono i principali pericoli per la porta dello Sciliar nel primo tempo: el Trenza imperversa a destra con passo da ragazzino, mentre Sansone mette lo zampino sul secondo goal e riceve poi dallo stesso Palacio un pallone solo da spingere in fondo al sacco per il 3-0 a ridosso dell’intervallo. Tante le occasioni prodotte dal Bologna, che sblocca subito il risultato con un piattone ravvicinato di Destro su assist dell’incontenibile Dijks; il n°22 potrebbe siglare una tripletta nel giro di dieci minuti, ma dopo aver rotto il ghiaccio sbaglia due nitide palle goal a pochi passi dalla porta avversaria. Non saranno le uniche, anzi: le imprecisioni in serie degli attaccanti rossoblù unite alla giornata di grazia del portiere dello Sciliar, Pasquazzo, limitano al minimo il passivo. Tanto che bisogna aspettare l’ultimo scampolo di frazione per il tap-in di Falcinelli, subentrato a Destro. Oltre ai sopraccitati Sansone e Palacio, da segnalare tra i più in forma anche il trattore Dijks e il volto nuovo Denswil, sicuro ed elegante nel palleggio.

Consueta girandola di sostituzioni nelle due squadre dopo l’intervallo, mister Tanjga lancia le cosiddette seconde linee. Tra queste anche i nuovi acquisti Bani, Schouten e Juwara. Dopo un quarto d’ora povero di emozioni è ancora Falcinelli a timbrare il poker su servizio di Juwara. Ma a rapire l’attenzione dei presenti è la prodezza del baby Cassandro (classe 2000), che raccoglie un disimpegno errato della difesa dello Sciliar e spara sotto l’incrocio dal limite. Il test amichevole si chiude all’insegna degli esperimenti: il Bologna finisce con Juwara falso nove in seguito all’uscita di scena di Falcinelli, mentre Krejci si sistema a centrocampo.

Dopo questo approccio morbido, i rossoblù alzeranno leggermente l’asticella alla fine della seconda settimana di ritiro a Castelrotto: sabato prossimo infatti Danilo e compagni affronteranno sempre al centro sportivo Laranz la Virtus Bolzano, che milita nel campionato di Serie D. Con un occhio sempre puntato al mercato, sia in entrata sia in uscita. Al riguardo, da poco più di 24 ore è ufficiale la cessione a titolo definitivo di Filip Helander ai Glasgow Rangers: il centrale svedese si trasferisce nel glorioso club scozzese dopo un triennio in rossoblù. Plusvalenza importante messa a segno da Bigon e Sabatini, dal momento che il Bologna incassa circa 5 milioni di euro per un giocatore ormai da tempo estraneo ai piani tecnici. Il cambio di rotta si vede anche da questi particolari apparentemente secondari.

 

Di seguito, il tabellino dell’incontro.

BOLOGNA p.t. (4-2-3-1)

Skorupski; Mbaye, Danilo, Denswil, Dijks; Poli, Dzemaili; Palacio, Soriano, Sansone; Destro (20′ Falcinelli).

BOLOGNA s.t. (4-2-3-1)

Da Costa; El Kaouakibi, Bani, Paz, Cassandro (76′ Krejci); Schouten (77′ Cassandro), Donsah; Juwara, Svanberg (60′ Kingsley), Falletti; Falcinelli (70′ Nagy). All.: Mihajlovic (in panchina Tanjga)

 

SCILIAR (4-5-1)

Pasquazzo; Malfertheiner M., Kompatscher, Mittermair, Brentel; Gasslitter, Malfertheiner A., Isam, Trocker, Prossliner; Crisci. All.: Paissan

Dalla panchina: Fill, Plankl, Mayrl, Niedermail, Kritzinger, Dalla Rosa, Jaider, Mulser, Leditner.

ARBITRO: Piccolo di Bolzano.

 

BOLOGNA-SCILIAR 5-0 (6′ Destro, 44′ Falcinelli, 45′ Sansone; 64′ Falcinelli, 65′ Cassandro)