CALCIO – Bologna senza alternative: tre punti col Crotone per dimenticare la coppa

0
180
nella foto, Roberto Soriano e Aaron Hickey, punti fermi dell'undici rossoblù (Getty Images)

Vincere o vincere.

Non esiste possibilità di scelta, al Dall’Ara c’è il menù fisso. Dopo la brutta uscita di scena dalla Coppa Italia per mano dello Spezia, il Bologna intravede l’opportunità di un pronto riscatto in campionato, sulla scia del colpaccio balsamico di una settimana fa a Genova. Il blitz a casa Samp è servito per rimettere insieme i cocci di una classifica fino a quel momento deficitaria, ora è tempo di cambiare passo e di lasciarsi al tempo stesso alle spalle la sciagurata parentesi di mercoledì. La visita del Crotone fanalino di coda fa venire l’acquolina in bocca, del resto i numeri dei pitagorici sono sotto gli occhi di tutti: unica squadra della Serie A ancora a secco di vittorie, la banda di Stroppa al netto del buon calcio espresso vanta (si fa per dire) anche il peggior attacco della categoria con appena sei reti segnate e la terza peggior difesa alle spalle di Torino e Benevento. L’ultimo posto in classifica, insomma, rappresenta una spietata fotografia di queste prime giornate.

Delle evidenti difficoltà dell’avversario dovrà dunque approfittare il Bologna per dare continuità al proprio cammino e per provare ad insidiare per la prima volta in stagione quella parte sinistra della graduatoria che identifica la massima ambizione dell’anno per Skorupski e compagni. Su Casteldebole soffia il vento del riscatto, perché a nessuno è andata giù l’eliminazione precoce dalla coppa nazionale. Sinisa Mihajlovic in testa: il mister c’è rimasto male e in questi giorni -stando a quanto trapela dall’interno- non ha fatto nulla per nasconderlo ai suoi ragazzi. Da questo punto di vista la partita di domani è il classico esame di riparazione, che offre l’opportunità di voltare pagina. Anche perché dopo il Crotone il calendario mette in fila Inter e Roma: presentarsi a questa svolta con il fardello di un doppio risultato negativo contro avversari più che alla portata non sarebbe il massimo della vita, per usare un eufemismo.

Contro i calabresi nessuno spazio per esperimenti di sorta, dopo il leggero turnover in Coppa Italia tornano i titolarissimi: rientro scontato per i vari Danilo, Hickey, Schouten e Palacio. Va verso una maglia dal 1′ anche capitan Poli, reduce da uno spezzone brillante contro lo Spezia; i due mesi di stop causa frattura al perone sono ormai acqua passata e il momento non particolarmente esaltante della concorrenza interna (Dominguez, Svanberg) facilita la scalata delle gerarchie. Possibile un turno di riposo per De Silvestri, tra gli stakanovisti di questo avvio: il laterale ex Torino, fin qui sempre presente in campionato, ha disputato per intero anche i 120′ di mercoledì e non essendo più un giovanotto potrebbe rifiatare. Nel caso, due le opzioni: dentro il sostituto naturale (Mbaye) oppure trasloco di Tomiyasu a destra con inserimento di Medel in difesa al fianco di Danilo. Meno fluida la situazione da metà campo in su, anche se l’ex di turno Sansone (a Crotone in B si impose sul palcoscenico italiano nel 2011/2012) cerca di insidiare il posto di Barrow, apparso un po’ svagato nell’impegno infrasettimanale. E non c’entra solo il rigore sbagliato. Per il resto grande fiducia nello specialista “casalingo” Soriano, che tra le mura del Dall’Ara ha siglato tutti i suoi 4 centri stagionali, e nella ritrovata forma di un Orsolini capace di andare in rete due volte in altrettante uscite tra campionato e coppa. Aspettando il centravanti che verrà, richiesto a gran voce da Mihajlovic anche nell’ultimo post partita. Da qui a gennaio, però, bisogna arrangiarsi con quello che offre il convento.

Arbitra il sig.Serra di Torino, fischio d’inizio previsto per le ore 15 di domani.

 

Di seguito, elenco dei convocati e probabile formazione rossoblù.

PORTIERI: Da Costa, Ravaglia, Skorupski.

DIFENSORI: Calabresi, Danilo, Denswil, De Silvestri, Hickey, Mbaye, Paz, Tomiyasu.

CENTROCAMPISTI: Baldursson, Dominguez, Medel, Poli, Schouten, Soriano, Svanberg.

ATTACCANTI: Barrow, Orsolini, Palacio, Rabbi, Sansone, Vignato.

 

PROBABILE FORMAZIONE

4-2-3-1

Skorupski; De Silvestri, Danilo, Tomiyasu, Hickey; Schouten, Poli; Orsolini, Soriano, Barrow; Palacio.  all.: Mihajlovic

BALLOTTAGGI: De Silvestri-Mbaye-Medel 60%-20%-20%, Poli-Svanberg 60%-40%, Barrow-Sansone 70%-30%.

INDISPONIBILI: Dijks, Santander, Skov Olsen.

SQUALIFICATI: nessuno.