CALCIO – Domani il debutto ufficiale a Pisa: Bologna, sei pronto?

0
133

Vigilia di primo giorno di scuola.

Ancora poco più di 24 ore e si alzerà il sipario sulla stagione ufficiale del Bologna, impegnato a Pisa nel Terzo Turno di Coppa Italia. In palio la qualificazione ai sedicesimi di finale, ma dal match di esordio (in trasferta a causa dei lavori di rizollatura in atto al Dall’Ara) i rossoblù contano di ricavare altre indicazioni: in primis, la conferma di essere sulla strada giusta ad una settimana esatta dall’inizio della Serie A. Al culmine di un’estate a dir poco intensa e particolare, condizionata dalla malattia e dalla conseguente assenza fisica di Sinisa Mihajlovic, non è un dettaglio. A proposito del mister: seguirà la partita dall’ospedale (come ha sempre fatto finora con allenamenti e amichevoli) grazie ad un collegamento ad personam, non essendo prevista alcuna diretta tv, e sconterà nell’occasione il turno di squalifica risalente all’ultimo scampolo di esperienza al Torino. In soldoni, il suo nome non figurerà nella distinta di gara, diversamente da quanto accaduto in occasione dei test fin qui disputati. All’Arena Garibaldi il Bologna troverà un avversario sulla carta inferiore ma carico a mille: l’entusiasmo per la promozione in B è ancora vivo, i nerazzurri di mister D’Angelo cercheranno di cavalcare l’onda per strappare uno scalpo illustre.

Partita da non sbagliare a livello motivazionale, anche i tifosi al bar sanno che al via di ogni stagione le sorprese sono dietro l’angolo. E il discorso vale a maggior ragione per questo Bologna povero di soluzioni in mezzo al campo a causa degli infortuni e di un mercato che stenta a riprendere quota: i colonnelli di Sinisa, De Leo e Tanjga, avranno a disposizione di fatto soltanto Poli e Kingsley per occupare le due caselle della mediana dal 1′. Alternative a gara in corso: l’adattamento di Svanberg o un azzardo chiamato Dzemaili, arruolabile ma appena uscito dall’infermeria. Anche la difesa, colpita per ben 11 volte negli ultimi quattro test, deve battere un colpo al cospetto di un attacco che nel turno precedente ha fatto faville (3-0 al Potenza). Al riguardo, è destinato a saltare il confronto con l’ex di turno Davide Moscardelli: l’iconico centravanti barbuto classe 1980, in rossoblù tra il 2013 e il 2014, ha infatti rimediato in allenamento una frattura al quinto metatarso del piede sinistro e starà fuori un mese. Il Bologna si affida allo stato di forma dell’attacco, appoggiato ancora una volta sulle nobili spalle di Rodrigo Palacio: el Trenza comincerà con ogni probabilità da unico riferimento offensivo, con Orsolini e Sansone larghi sugli esterni più Soriano alle spalle. Una prima linea leggera e dinamica, pronta a cambiar pelle in caso di necessità: dalla panchina può uscire almeno uno tra Destro e Santander.

Dietro, Dijks viaggia verso il pieno recupero e si prepara a riprendere possesso della corsia mancina, mentre sul fronte opposto prende forma l’unico vero ballottaggio di giornata: Tomiyasu o Mbaye? Sembra favorito il giapponese, tra le migliori rivelazioni del ritiro. Non convocati i partenti Paz e Falcinelli, oltre a Donsah ormai ad un passo dalla cessione al Cercle Brugge. Saranno circa 500 i tifosi rossoblù al seguito della squadra in Toscana. Una buona base di ripartenza, tenuto conto dell’appeal non esattamente memorabile del match e soprattutto del periodo: Ferragosto è ancora vicino, difficile pescare supporters in una Bologna praticamente deserta. Costretto ad uno slalom insidioso tra diversi punti interrogativi, il Bologna si aggrappa almeno ai favori della storia. L’ultimo scontro diretto ufficiale con il Pisa evoca ricordi dolcissimi sotto le due Torri: nella mente di chi legge affiorerà di certo la sagoma di Massimo Marazzina sul dischetto del rigore davanti alla Curva Bulgarelli (allora Andrea Costa) in un torrido pomeriggio di giugno di undici anni fa. Pallone in rete e ritorno in Serie A, atto finale di una indimenticabile rincorsa. Curiosamente, oggi si cerca invece un primo passo incoraggiante per iniziare il nuovo cammino.

Arbitra il sig.La Penna di Roma, fischio d’inizio previsto per le ore 20:45 di domani.

 

Di seguito, elenco dei convocati e probabile formazione rossoblù.

PORTIERI: Da Costa, Sarr, Skorupski.

DIFENSORI: Bani, Calabresi, Corbo, Danilo, Denswil, Dijks, Krejci, Mbaye, Tomiyasu.

CENTROCAMPISTI: Dzemaili, Kingsley, Poli, Soriano, Svanberg.

ATTACCANTI: Destro, Falletti, Orsolini, Palacio, Sansone, Santander, Skov Olsen.

 

PROBABILE FORMAZIONE

4-2-3-1

Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Denswil, Dijks; Poli, Kingsley; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio. All.: Mihajlovic (in panchina Tanjga)