CALCIO – Domani Lecce-Bologna, viaggio dell’ambizione in Salento

0
223
nella foto, Roberto Soriano, tassello fondamentale dell'undici di Mihajlovic: dopo quasi due mesi di stop, il trequartista rossoblù rientra domani a Lecce

La ricerca della continuità.

E’ ciò che chiede il Bologna all’atto finale del 2019. L’ultimo sforzo dell’anno prima della sosta natalizia mette in palio i punti della maturità per Poli e compagni, impegnati al Via del Mare di Lecce contro un avversario che in casa non ha ancora vinto una sola partita in tutto il campionato. Facile attendersi una prova agonisticamente feroce da parte dei salentini, a maggior ragione dopo la sonora disfatta di una settimana fa a Brescia; se mister Liverani vuole disinnescare il possibile sorpasso delle stesse Rondinelle evitando dunque di trascorrere il Natale al terzultimo posto, l’appuntamento con il successo interno non può più essere rimandato. Questioni di mera sopravvivenza, che il Bologna è deciso invece a cancellare definitivamente dal proprio orizzonte: affinché questo accada, è necessario dare un seguito alla brillante vittoria contro l’Atalanta. Sì, un eventuale blitz in Salento potrebbe rappresentare il grimaldello per una seconda parte di stagione più ambiziosa, in linea con i ritmi del roboante girone di ritorno dell’anno scorso.

Brindisi e panettoni possono attendere, i rossoblù ci tengono a chiudere bene. Col botto, magari. Vietata ogni distrazione, come anticipato sopra l’impegno nasconde insidie da non sottovalutare. Lo sa bene Sinisa Mihajlovic, che non a caso ha fatto l’impossibile per essere presente in panchina. Un segno inequivocabile. Dopo la fugace apparizione in patria per ritirare il premio come miglior allenatore serbo dell’anno, Sinisa si è reso protagonista di un autentico tour de force. Rientro in Italia, rapido scalo a Roma e ripartenza veloce con destinazione Brindisi; da lì, trasferimento in auto a Lecce. Al Via del Mare Mihajlovic riabbraccerà Fabio Liverani, vecchio amico degli indimenticati tempi laziali che per il Sinisa calciatore ha speso parole al miele nella conferenza pre-partita. Non ci sarà però spazio per ulteriori convenevoli, in campo ci si aspetta una sfida spigolosa tra due realtà obbligate a non rallentare per non perdere d’occhio i rispettivi traguardi stagionali.

Il Bologna (accompagnato da quasi 500 tifosi nella trasferta più lunga del campionato) ritrova dopo due mesi un perno cruciale della formazione tipo come Roberto Soriano ma deve rinunciare per squalifica ad un altro leader: Danilo a Lecce non giocherà e per la retroguardia non è un problema da poco. Con Dijks e Krejci sempre in infermeria, Mihajlovic ha poca scelta per la sostituzione. A meno di un improbabile promozione del gregario Paz, al fianco di Bani toccherà a Denswil con l’inserimento di Mbaye a sinistra. Il terzino senegalese dovrà probabilmente vedersela con l’ex compagno Falco, favorito per far coppia con Babacar nell’attacco leccese: per caratteristiche, partirà spesso largo a destra per rientrare sull’amato sinistro in zona goal. A centrocampo scalpita Medel, che contro l’Atalanta ha rovinato una bella prestazione perdendosi Malinovskyi in occasione del goal; l’immediata sostituzione dopo il “fattaccio” ha lasciato il segno nell’orgoglio del Pitbull, che si presenta a Lecce con grande voglia di riscatto. Il suo partner sarà il solito Poli, anche perché Dzemaili si è arreso ad un fastidio muscolare che lo ha condizionato nel lavoro settimanale e non è partito con la squadra. Pressoché scontato il ritorno dal 1′ di Soriano nella batteria dei rifinitori, con Orsolini sicuro del posto a destra e Sansone che deve invece difendere la maglia dall’assalto di Santander. El Ropero si è ormai lasciato alle spalle gli intoppi fisici dell’ultimo periodo e chiede spazio nel cuore dell’attacco; nel caso, Palacio sarebbe pronto a traslocare a sinistra. Mihajlovic ci sta pensando su, non è esclusa la sorpresona.

Arbitra il sig.Abisso di Palermo, fischio d’inizio previsto per le ore 15 di domani.

 

Di seguito, elenco dei convocati e probabile formazione rossoblù.

PORTIERI: Da Costa, Sarr, Skorupski.

DIFENSORI: Bani, Corbo, Denswil, Mbaye, Paz, Tomiyasu.

CENTROCAMPISTI: Medel, Poli, Schouten, Soriano, Svanberg.

ATTACCANTI: Destro, Orsolini, Palacio, Sansone, Santander, Skov Olsen.

 

PROBABILE FORMAZIONE

4-2-3-1

Skorupski; Tomiyasu, Bani, Denswil, Mbaye; Poli, Medel; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio.  All.: Mihajlovic

BALLOTTAGGI: Soriano-Svanberg 80%-20%, Sansone-Santander 60%-40%.

INDISPONIBILI: Dijks, Dzemaili, Krejci.

SQUALIFICATI: Danilo (1 giornata).